Basket – Alma Trieste, Hrvoje Peric: “Sin dall’inizio avevo capito che qui si poteva fare bene. Sidigas? Cancelliamo l’andata”

Basket – Alma Trieste, Hrvoje Peric: “Sin dall’inizio avevo capito che qui si poteva fare bene. Sidigas? Cancelliamo l’andata”

L’ala di Trieste parla del campionato della società giuliana e della prossima sfida in campionato

di Redazione Sport Avellino

Archiviata la rimonta subita a Pesaro, la Sidigas Avellino è al lavoro per preparare la gara di martedì 9 aprile, quando al PalaDelMauro arriverà l’Alma Trieste. Una squadra che sta raccogliendo consensi, nonostante sia una neopromossa non ha nascosto le ambizioni playoff, con la Scandone chiamata a mettere da parte quel -40 dell’andata, quando subì una vera umiliazione. In casa giuliana ha parlato a La Gazzetta dello Sport, all’inserto “Time Out”, l’ala Hrvoje Peric. Il giocatore ha parlato della stagione dell’Alma, delle ambizioni della società, anche se il presidente sta vivendo vicissitudini penali, del suo ruolo e di tanto altro.

Queste le sue parole: “Il grande coach Pino Gjergja mi diceva sempre che i ruoli nel basket non esistono. O sai giocare o non sai giocare. E io ho sempre sposato questa filosofia. Detto questo, sì, vengo impiegato soprattutto da ala forte, è lì che mi sono quasi specializzato anche se, ripeto, non farò mai un problema se un coach dovesse mettermi a giocare negli altri quattro ruoli. Tiro, difendo, prendo rimbalzi: alla fine conosco bene cosa devo fare nel mio ruolo di “quattro”. Sin dall’inizio avevo capito che qui si poteva fare bene, finora ho avuto ragione e centrare i playoff sarebbe davvero il massimo. Dalmasson? Mi piace perché considera prima la persona e poi il giocatore. Comunque già ora, con queste 13 vittorie, possiamo considerare la stagione di ottimo livello. Poi si vedrà, speriamo bene…Società? Non è una bella cosa avere il presidente arrestato–confessa – ma noi non possiamo farci molto se non concentrarci sulle vicende del campo, pur sapendo che anche le altre ci riguardano. Spero vada a finire bene, lo merita la gente di Trieste, che ci dà sempre un affetto incredibile e un’energia positiva. Già quando entro in campo mezzora prima della gara per il riscaldamento mi vengono i brividi. Giocatori e allenatori passano, ma il club deve restare sempre. Il nostro pubblico merita la Serie A e il basket, perdere questa piazza sarebbe un delitto. Sidigas Avellino? Martedì sarà una bella partita, dobbiamo cancellare quanto accaduto all’andata, quando non scese la vera Scandone in campo. Loro vorranno riscattare quella sconfitta davanti al loro pubblico. Noi proveremo a vincere, consapevoli che se dovessimo ottenere la vittoria sarebbe un bel salto verso i playoff”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy