Bufera Stefano Tacconi: battute a sfondo razzista in un video. Poi le scuse

Bufera Stefano Tacconi: battute a sfondo razzista in un video. Poi le scuse

Clamoroso video postato dall’ex portiere dell’Avellino su facebook. Poi le scuse.

di Redazione Sport Avellino

Una bufera si è scatanata su Stefano Tacconi, ex portiere di Avellino, Juve e Nazionale. Tacconi, infatti, di ritorno ieri dai funerali del CT Azeglio Vicini da Brescia, in macchina ha postato sulla sua pagina facebook un video, dove scherzava con suoi amici e Sergio Brighenti vice del CT Vicini ai Mondiali ’90.

All’inizio il video sembra tranquillo, si scherza, si ride, poi, con lo stesso tono, si inizia a parlare di Idris (ricordate famoso inviato di colore a Quelli Che il Calcio negli anni ’90 e inizi 2000, tifosissimo della Juve), anche lui presente al funerale. Dalla domanda sul perchè anche “il negher” (termine utilizzato da Tacconi con cui chiama Idris) fosse lì, si è poi aperta una discussione che poi è degenerata, sempre in battute inerenti il colore della pelle, causando sdegno e una bufera social.

La battuta che più avrebbe fatto scalpore è quella in cui i 4, dicono di fermarsi ad un autogrill a bere un altro Campari, per poi correggersi e dire “anzi un Negroni” e scoppiare a ridere. Il discorso poi va sui troppi “negher” nel calcio e poi addirittura a parlare di Vicini che secondo i compagni di Tacconi, non lo faceva giocare perchè comunista mentre il portiere evidentemente di una idologia più di destra.

Il video è diventato virale, causando sdegno e perplessità in tutta Italia, ma Tacconi stamane a Radio RMC Sport, si è scusato, affermando: “Prendo le distanze da tutto ciò che si è detto. Stavo in macchina, parlando con degli amici: è solo goliardia. Ho amici di colore, non sono fascista”.

Intanto vi postiamo il video “incriminato”. A voi le conlcusioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy