Calci, pugni e cinghiate agli avversari: stadio chiuso fino a fine stagione

Calci, pugni e cinghiate agli avversari: stadio chiuso fino a fine stagione

La decisione del Giudice Sportivo dopo i fatta accaduti in Carotenuto-San Marzano. Il giudice: “Violenza inaudita, vigliacca aggressione”

Era finita male. Molto male. Ne aveva parlato, ieri, anche la Gazzetta dello Sport La decisione del Giudice Sportivo è stata immediata. Senza se e senza ma. Il Carotenuto paga l’assalto a cinghiate dei propri tifosi ai calciatori del San Marzano, con la squalifica del campo fino a fine stagione. Si giocherà a porte chiuse, oltre ad una ammenda di 650 euro. Il referto e la motivazione del Giudice Sportivo è chiara, inequivocabile e va in linea con i dettami del neo presidente della LND, l’irpino Cosimo Sibilia. Questa la motivazione: “Al termine della gara allorquando i calciatori facevano rientro negli spogliatoi, senza autorizzazione veniva aperto il cancello principale che dà accesso al recinto di gioco, consentendo in tal modo a sostenitori della squadra locale, come confermato nel rapporto di gara del C.C., di aggredire con calci pugni e con una cintura i calciatori ed i dirigenti della società ospitata. I fatti suindicati si verificavano sia nello spazio antistante gli spogliatoi che fino all’interno degli spogliatoi stessi. La sanzione viene così comminata alla luce del grave comportamento omissivo tenuto dalla società ospitante che ha imprudentemente ed immotivatamente lasciato incustodito il cancello inopinatamente aperto. Tale omissione ha di fatto autorizzato l’ingresso in campo di estranei che hanno dato luogo alla violenta, immotivata e vigliacca aggressione che oltre a danneggiare l’immagine dell’intero movimento calcistico, danneggiano l’immagine del territorio e della società creandole ulteriori danni di natura economica ed organizzativa, dovendo essa rispondere per responsabilità oggettiva per gli sconsiderati atteggiamenti della propria tifoseria. L’affetto, il sostegno e l’attaccamento ai colori della squadra del cuore si dimostrano con manifestazioni leali, corrette e sportive. La gravità dell’episodio ha reso necessario l’intervento delle forze dell’ordine tempestivamente allertate dal C.C. Il GST dispone, considerato lo spettacolo indecoroso e violento del quale si è resa protagonista la tifoseria locale, che, con effetto immediato, fino al 31/05/2017 le gare casalinghe della società G. Carotenuto, vengano disputate a porte chiuse”.

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy