Calcio Avellino – “Cara società, è un intervento tardivo e contro ogni logica”

Calcio Avellino – “Cara società, è un intervento tardivo e contro ogni logica”

Quattro giorni dopo i fatti di Verona-Avellino, arriva la nota della società. Bisognava intervenire prima, non dopo una settimana

Ci sono voluti quattro giorni. Quattro lunghissimi giorni per manifestare un pizzico di solidarietà ai propri tifosi. Quattro notti per pensare. Ad aspettare cosa? A riflettere su cosa? Eppure la società si era affannata sin da subito a condannare il parapiglia generato prima di Avellino-Verona e che aveva portato alla rottura del finestrino dell’auto del presidente del Verona. Ma la società non ha detto, sin da subito, che quell’auto non doveva essere lì. La società non ha chiesto a Luca Toni di abbassare i toni della polemica. E che dopo le scuse fornite ed accettate sin da subito in Tribuna Montevergine, il caso non doveva essere portato alla ribalta nazionale. Si è permesso invece al dirigente del Verona e non al Presidente, di condannare e generalizzare su un’Irpinia che si è ritrovata violenta e sbattuta in prima pagina sui tg nazionali ed anche europei. Toni, Setti e gli altri, non sono stati aggrediti e picchiati. E se, come si dice, l’agguato c’è stato, di sicuro se c’era volontà di far male, la storia non si sarebbe conclusa con un finestrino rotto. Condanno sin da subito l’episodio anche io. Sono cose che non devono accadere. Sono cose che esulano dal calcio. Ma l’episodio c’è stato. E Avellino ora ne paga le conseguenze. Ci sono tanti se e tanti ma.

  1. Perchè si è permesso a Toni di affondare in tal modo in tv generalizzando contro tutti e tutti?
  2. Perchè non si è intervenuto col dirigente invitandolo a risolvere la questione con gli organi di polizia?
  3. Perchè, nel dopo gara, nessuno dell’Us Avellino, si è presentato a Sky e nelle emittenti private per chiarire l’episodio e smorzare i toni accesi della polemica?
  4. Perchè questa assenza totale nel gestire un evento mediatico che stava assumendo proporzioni nefaste?
  5. Perchè la nota arriva dopo che si è deciso ormai di vietare la prossima trasferta e col rischio chiusura anche della Curva contro il Vicenza?
  6. Perchè questi assurdi ritardi comunicativi?
  7. Perchè tutti questi vuoti?

Ormai tutto è andato. L’Avellino ha perso la Curva e la faccia. Per colpa di uno si è demonizzata una intera piazza.

Perchè? Perchè? Ed ancora perchè?

Questa storia si è chiusa ormai. Bisognerà metabolizzare la botta ed andare avanti. Purtroppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy