Calcio Avellino – E’ braccio di ferro: ora il Comune chiede 803mila euro di canoni arretrati

Calcio Avellino – E’ braccio di ferro: ora il Comune chiede 803mila euro di canoni arretrati

Una settimana fa, al tavolo della trattativa, sembrava potesse prevalere il dialogo. Ora parte la diffida. Nessuna compensazione: bisogna prima onorare i canoni di locazione arretrati

Commenta per primo!

Non si capisce più nulla. Nel frattempo è partita la diffida con tanto di lettera ufficiale con cui il  Comune di Avellino chiede all’Us Avellino il pagamento degli 803mila euro di debito per i canoni arretrati.

La notizia è stata svelata dai consiglieri comunali  Francesca Di Iorio e Giancarlo Giordano durante la conferenza stampa per discutere della convenzione dello Stadio Partenio Lombardi. Se tutto dovesse essere confermato, a quel punto, l’Avellino potrebbe opporsi rivolgendosi alla giustizia ordinaria. E facendo causa al Comune di Avellino. Insomma, per ora, si attendono conferme perchè, a detta del patron, l’Avellino risulta in credito con l’Amministrazione Comunale per tutti i lavori effettuati allo Stadio e non di propria competenza. Per ultimo, la posa in opera del nuovo manto erboso in erba sintetica.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy