Calcio minore Avellino – Fair Play: Segnano con il portiere avversario a terra, si fanno pareggiare

Calcio minore Avellino – Fair Play: Segnano con il portiere avversario a terra, si fanno pareggiare

Bellissimo episodio di fair play a Grottaminarda, applaudito dai presenti

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

Il calcio minore, spesso, è un calcio che regala le emozioni, quelle vere, genuine, che fanno avvicinare la gente a questo sport, anche grazie ad episodi molto belli, che non dovrebbero fare notizia ma essere routine quotidiana, ma purtroppo non è così.

Ieri, durante una partita di calcio minore, del campionato regionale campano under 16, in Irpinia, tra l’Azzurra Calcio Grottaminarda e l’Ercolanese, si è assistito ad un bellissimo episodio di fair play in campo. Episodio che ha visto protagonisti i padroni di casa irpini.

Nel corso della gara, nell’area dell’Ercolanese, un calciatore della Azzurra si è scontrato con il portiere avversario, che è rimasto a terra infortunato. Negli sviluppi dell’azione i padroni di casa sono passati in vantaggio, segnando in pratica a porta vuota, visto che l’estremo difensore era a terra dolorante, e l’arbitro ha convalidato la rete.

Alla ripresa del gioco, i calciatori dell’Azzurra Calcio, di comune accordo con l’allenatore, Michele Bruno, non hanno contrastato gli avversari, permettendo loro di pareggiare. Un gesto che spesso spacca l’opinione pubblica, hanno sbagliato, hanno fatto bene, ma è un gesto che va applaudito, perchè arrivato nel rispetto degli avversari e seguendo i principi nobili dello sport. Magari, in questi casi, si può pensare a male, con il portiere che era rimasto a terra a posta, per far fermare il gioco e impedire gli attacchi avversari, come spesso vediamo in partite di calcio maggiore. Invece il povero portiere, soccorso, è stato portato in ospedale perchè aveva davvero un infortunio serio.

Per la cronaca, il gol regalato all’Ercolanese costerà caro all’Azzurra Grottaminarda, che perderà la gara 3-2, ma a vincere, è stato lo sport e la lealtà. Un episodio di fair play che ha suscitato l’ammirazione del pubblico presente sugli spalti e dei calciatori e dirigenti dell’ Ercolanese che hanno sottolineato con un lunghissimo applauso il comportamento della squadra ospitante.

In un mondo in cui ci si ritrova sempre più spesso a parlare di razzismo (il caso irpino di pochi mesi fa dell’arbitro che insultò il portiere), di violenza, anche nel calcio minore, di cattiverie varie e di uno sport, che sta perdendo i reali valori, è bello che l’esempio di lealtà e sportività arrivi proprio dai ragazzini dell’Under 16, che hanno dimostrato di aver capito i reali valori dello sport e del rispetto per gli avversari. Un applauso forte a loro, con la speranza che notizie come queste possano essere una routine anche sui campi di calcio più importanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy