Calcio – Problemi al “Penzo”, Venezia costretta ad emigrare in Friuli

Calcio – Problemi al “Penzo”, Venezia costretta ad emigrare in Friuli

Con una nota societaria il club lagunare fa chiarezza sul proprio impianto di gioco

Il Venezia, squadra neo promossa nel campionato di Serie B, sta già lavorando ottenere la concessione di disputare le partite del prossimo campionato nello stadio “Dacia Arena” di Udine, il nuovissimo impianto  di gioco dell’Udinese.

Quel che ha spinto la società veneziana a presentar la richiesta per lo stadio friuliano risiede nei problemi logistici dell’attuale struttura. Il “Penzo”, in cui la formazione di Pippo Inzaghi ha giocato le gare di Lega Pro,  si trova infatti in Laguna e non è certamente semplice da raggiungere. Inoltre bisogna fare i conti anche con la necessità di rispettare le regole sugli impianti imposti dalla stessa FIGC.

Qui il comunicato pubblicato dal Venezia sul sito ufficiale: “La società Venezia FC comunica di aver depositato l’istanza per la deroga a giocare le gare interne della stagione 2017-18 del campionato di serie B presso lo Stadio Friuli – Dacia Arena di UdineSi precisa che la richiesta è stata avanzata per adempiere alla scadenza dei criteri infrastrutturali della FIGC del 20 giugno 2017 – continua la nota -. La società Venezia FC informa inoltre che i lavori di adeguamento dello Stadio P.L. Penzo sono già iniziati e che dovrebbero terminare a metà luglio in modo da consentire al club di disputare la prima gara ufficiale della prossima stagione davanti al proprio pubblico. Il Venezia FC ringrazia la società Udinese, il comune di Udine, il prefetto di Udine Vittorio Zappalorto, il questore di Udine Claudio Cracovia e il prefetto di Venezia Carlo Boffi per la disponibilità e la fattiva collaborazione fornita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy