Calcio serie B – Pisa: i guai non finiscono mai, deferito per violazioni amministrative

Calcio serie B – Pisa: i guai non finiscono mai, deferito per violazioni amministrative

Deferito per responsabilità diretta e a titolo di responsabilità propria il Pisa

I problemi per il Pisa non finiscono qui. L’incertezza societaria, che aveva portato Gattuso più volte a sbottare al termine dei diversi match iniziali del torneo di B, rischia ora di ripercuotersi ulteriormente contro la squadra. Tradotto in termini pratici, si rischiano punti di penalizzazione. La notizia è di poco fa. A seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C., il Procuratore federale ha deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare il Pisa e tre dirigenti, Fabio Petroni presidente del C.d.A. e legale rappresentante pro-tempore della società, Giancarlo Freggia, vice presidente del C.d.A. e legale rappresentante pro-tempore, Vincenzo Taverniti, consigliere delegato e legale rappresentante pro-tempore. I tre dirigenti sono stati deferiti “ai fini del rilascio della Licenza Nazionale per l’ammissione al campionato professionistico di Serie B 2016/2017, per aver violato i doveri di lealtà probità e correttezza, per non aver depositato, entro il 30 giugno 2016, la garanzia a prima richiesta dell’importo di euro 800.000,00 e comunque per non aver documentato alla Lega Nazionale Professionisti Serie B, entro lo stesso termine, l’avvenuto deposito della garanzia a prima richiesta dell’importo di euro 800.000,00 sopra indicata”. Il Pisa è stato quindi deferito a titolo di responsabilità diretta e a titolo di responsabilità propria.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy