Caos Avellino – Ora tocca a Novellino: se non firma, Taccone è nei guai

Caos Avellino – Ora tocca a Novellino: se non firma, Taccone è nei guai

Il tecnico biancoverde credeva nelle promesse fatte. Dopo l’uscita di scena di Gubitosa, le percentuali che possa accettare sono diminuite. A meno che…

Ha sempre avuto un forte feeling con Gubitosa. Ma anche i rapporti con Taccone erano buoni. Solo che, al tecnico, era stato garantito che la firma sul contratto sarebbe avvenuta con una società consolidata, più forte e con obiettivi di forte prospettiva e danaro contante da investire sul mercato estivo. Da allora le cose sono cambiate. Un nuovo scandalo che rischia di rivedere l’Avellino di nuovo protagonista in negativo in un processo sportivo, un socio in meno (Gubitosa ndr) ed un altro che è stato ad un solo passo dall’entrare e in un niente si è ritirato dopo il fallimento della trattativa.

Ora che succederà? Novellino, che stava già informalmente lavorando per scegliere la sede del ritiro (Roccaporena prima e adesso Norcia ndr), è atteso per lunedì in Irpinia. Ci sarà un nuovo rinvio? Taccone gli chiederà ancora qualche giorno di tempo per definire gli scenari futuri? O l’incontro ci sarà lo stesso?

Al momento nulla è dato sapere. Novellino si troverà faccia a faccia con il patron, il dg Massimiliano Taccone e il diesse Enzo De Vito. Un incontro a 4 in cui si illustrerà al montemaranese il progetto per la nuova stagione. Di certo, senza soci nuovi e con l’unico (Gubitosa ndr) che si è dimesso, Taccone non potrà promettere la luna ma la prospettiva dell’ingresso di nuovi soci, come Lombardi, potrebbe permettergli di alimentare la discussione. Intanto Novellino non può più attendere e spalle al muro dovrà decidere. Dentro o fuori. Anche per giocarsi eventualmente la possibilità di rimettersi sul mercato visto che ormai è fuori tempo massimo e quasi tutte le altre formazioni di B hanno scelto o quasi individuato il futuro trainer.

Di certo Novellino non accetterà di firmare il contratto di un altro anno a scatola chiusa. Questo lo ha già ribadito anche prima di tornare a Perugia. “Resto solo se c’è un progetto serio, Avellino non può soffrire altre volte”.

La parola a lui e a Taccone. Il patron farà di tutto per farlo accettare ma se anche Novellino scapperà, allora, Taccone rischierà di trovarsi da solo contro tutti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy