Caso Toni: prosciolti tutti gli 8 ultras denunciati per l’aggressione

Caso Toni: prosciolti tutti gli 8 ultras denunciati per l’aggressione

Caso chiuso. Prosciolti tutti e 8 gli ultras denunciati. Ora si procederà contro ignoti

 

Insufficienza di prove. Così il gip del Tribunale di Avellino, Giovan Francesco Fiore, ha chiuso il caso che tanto fece scalpore nei minuti antecedenti alla sfida del Partenio-Lombardi tra l’Avellino e il Verona. Lo avevamo già anticipato, ora diventa ufficiale. Escluso, nella maniera più categorica, il coinvolgimento nei fatti violenti che portarono alla rottura del finestrino dell’auto che trasportava il presidente del Verona Setti, il dirigente Luca Toni ed altri due dirigenti del Verona Calcio.

Gli otto ultras, denunciati (LEGGI QUI IL COMUNICATO DELLA QUESTURA) e poi sottoposti anche a provvedimento di Daspo, sono stati prosciolti dall’accusa di danneggiamenti e favoreggiamento. E di conseguenza, ora, cadrà anche il provvedimento amministrativo. Il Gip Fiore, ha accolto la richiesta del pm Luigi Iglio, che già a suo tempo aveva chiesto l’archiviazione per insufficienza di prove. Nessun filmato visionato, del circuito di videosorveglianza, ha consentito l’identificazione dell’autore del gesto che portò alla rottura del finestrino dell’auto dei dirigenti del Verona. E per rispondere alla denuncia sporta da Setti e Toni (QUI LE INTERVISTE POST-GARA), il gip ha disposto la proroga delle indagini per altri 4 mesi, per procedere contro ignoti. Setti, Toni e gli altri due occupanti, saranno ascoltati di nuovo e dovranno tornare ad Avellino per fornire le loro testimonianze.

Esultano i legali degli 8 ultras irpini Fabio Tulimiero e Costantino Sabatino

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Solo_DORIA - 8 mesi fa

    vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy