Denunce e Daspo: tifosi colpiti pronti ad affidarsi al “Guru” Adami

Denunce e Daspo: tifosi colpiti pronti ad affidarsi al “Guru” Adami

Potrebbe essere scelta la linea comune per dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati sotto il profilo penale ed amministrativo. Per i Daspo si punta al ricorso immediato al Tar

Commenta per primo!

Potrebbe essere Giovanni Adami, l’esperto avvocato di Udine, il difensore degli 8 tifosi avellinesi colpiti da denunce e daspo dopo i fatti di Verona. Adami, ex capo ultras della Curva dell’Udinese e rappresentante dei tifosi della Nazionale Italiana Calcio, è considerato nelle aule dei Tribunali di tutta Italia, come un “Principe del Foro” in materia di accuse legate proprio al mondo ultras. Ed è a lui che gli ultras avellinesi si sarebbero rivolti per mettere su una difesa chiara e limpida e per rispondere alle accuse mosse dagli inquirenti. Al di là dell’aspetto dei reati contestati sotto il profilo penale, il primo passo da fare sarà ottenere, come è già accaduto in passato, la sospensione del Daspo dinanzi al Tribunale Amministrativo Territoriale. Al momento, nessuno degli 8 tifosi colpiti da divieto di assistere a manifestazione sportive è stato individuato come responsabile materiale del lancio dell’oggetto che ha portato alla rottura del finestrino dell’auto che trasportava i dirigenti del Verona. Inutile aggiungere che è ancora prematuro parlare di linea difensiva ma appare chiaro che i tifosi colpiti da provvedimento hanno l’assoluta intenzione di difendersi a denti stretti per ottenere il proscioglimento dagli addebiti contestati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy