FOCUS – Fattore “Anco Marzio”, attaccanti in vena di gol: l’Ostia Mare vuole il nobile scalpo dei lupi

FOCUS – Fattore “Anco Marzio”, attaccanti in vena di gol: l’Ostia Mare vuole il nobile scalpo dei lupi

Il focus sull’Ostiamare, avversario di domani dell’Avellino Calcio

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Per arrivare al meglio al big match di settimana prossima contro il Trastevere, lAvellino deve ricominciare a macinare punti pesanti anche in campo esterno. In quel di Ostia i lupi saranno chiamati a smettere i panni di Penelope: la bella tela tessuta al Partenio-Lombardi deve essere conservata intatta anche in trasferta. Sebbene il prossimo avversario sia tra i più ostici di tutto il girone.

L’Ostia Mare è una squadra rodata ed esperta della categoria, che ogni stagione cerca di migliorarsi e di togliersi maggiori soddisfazioni. I laziali occupano attualmente l’ottavo posto in classifica con 20 punti, a soli 4 punti di distanza dalla zona playoff. Impressiona il ruolino di marcia interno. All’”Anco Marzio” sono arrivati ben 15 punti, con 5 vittorie ed 1 solo ko (1-2 contro il Budoni alla 6° giornata di campionato). 14 i gol segnati (2° miglior attacco casalingo del torneo alle spalle dell’Atletico), 7 quelli subiti. Numeri consistenti, da provare ad impreziosire con una vittoria di prestigio contro i biancoverdi.

Il tecnico è Alfonso Greco (classe 1969), nativo proprio di Ostia e con alcune esperienze maturate all’estero. Il suo modulo di riferimento è il 4-2-3-1 ma utilizza molto spesso anche il rombo a centrocampo (4-3-1-2) o il tridente puro in fase offensiva (4-3-3). Sempre con la voglia di essere propositivo per portare a casa il risultato. Protagonista assoluto del primo terzo di stagione in casa bianco-viola è stato l’attaccante Andrea De Iulis (classe 1993), autore fin qui di 7 reti (lo stesso numero di gol realizzati da De Vena), con l’apice toccato con la tripletta rifilata all’Anzio nell’ultima uscita casalinga.

A centrocampo spicca l’esperienza del capitano Adriano D’Astolfo (classe 1984), mentre in attacco è molto positivo anche il momento di Vittorio Attili (classe 1995), a segno nelle ultime 2 gare (3 reti totali per lui). Non sarà invece della partita l’esterno offensivo Matteo Bertoldi (classe 1995, 3 reti in campionato anche per lui), calciatore che nello scorso mese di agosto è stato ad un passo dal vestire i colori biancoverdi. Un affare saltato in extremis che potrebbe tornare d’attualità nell’imminente riapertura dl calciomercato dei dilettanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy