Focus Vicenza: esperienza e gioventù per centrare la salvezza

Focus Vicenza: esperienza e gioventù per centrare la salvezza

Salvezza tranquilla. Dopo i patemi d’animo vissuti nella scorsa stagione, il Vicenza spera in un campionato meno difficoltoso

Salvezza tranquilla. Dopo i patemi d’animo vissuti nella scorsa stagione, il Vicenza spera in un campionato meno difficoltoso. Da costruire attraverso l’esperienza dei big e la definitiva esplosione di alcune giovani promesse. La guida tecnica Franco Lerda (classe 1967) si è guadagnato sul campo la conferma per questa stagione, dopo aver centrato una salvezza che al suo arrivo sembrava quasi impossibile. La ripartenza (4 punti in 5 partite) non è stata superlativa, ma i miglioramenti emersi nelle ultime gare (Bari, Salernitana) lasciano buone speranze in ottica futura. A livello tattico si oscilla tra il 4-2-3-1 e il 4-4-2. Determinante a tal proposito la posizione di Galano: trequartista centrale nel primo caso, seconda punta di movimento nel secondo.

La stella

Un campione del mondo in serie B. Dopo una vita spesa in serie A, intervallata da esperienze in serie C1 (Spezia 2000-01) e in Germania (Wolfsburg 2008-09), Cristian Zaccardo (classe 1981) ha deciso di chiudere la carriera in cadetteria. La corte del Vicenza è stata serrata e alla fine uno degli eroi di Berlino 2006 (17 presenze complessive con la Nazionale italiana) ha detto sì. Portando in Veneto la sua esperienza e la sua duttilità, visto che può giocare sia da terzino destro che da difensore centrale.

Occhio ai giovani

Ismail H’Maidat (classe 1995) è atteso alla stagione della svolta. La qualità c’è e non è in discussione. Quella che però è mancata fin qui al giovane centrocampista è stata la continuità, condizionata anche da problemi fisici che spesso lo hanno frenato. Se la salute lo assisterà, i suoi numeri potranno tornare utili nella già qualitativa mediana biancorossa. Convincendo magari la Roma, proprietaria del suo cartellino, a riportarlo a casa.

La sfida di sabato

Al Menti, anche se la stagione è appena agli albori, saranno in palio importanti punti salvezza. Toscano e l’Avellino completeranno il trittico veneto consapevoli che il margine d’errore è ormai ridotto a zero. La classifica piange, gli ultimi precedenti non sono positivi. I numeri e le chiacchiere però stanno a zero. È arrivato il momento di tirar fuori l’orgoglio. È arrivato il momento di vedere in campo i veri lupi. Filippo Abbondandolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy