Gioca l’Avellino, ispettore tv in circolo ordina: “Spegnete le tv”. E sono botte

Gioca l’Avellino, ispettore tv in circolo ordina: “Spegnete le tv”. E sono botte

Strano episodio questo pomeriggio in provincia di Avellino. Un ispettore Sky fa visita ad un circolo per privato per controlli di routine. Tutto ok fino a quando ordina di spegnere la tv sul più bello

Commenta per primo!

“Non spegnete la passione”. E’ lo slogan che campeggia in ogni curva. Specie se c’è da combattere il calcio moderno. Mercogliano, provincia di Avellino, cittadina di 15mila anime. In un circolo privato si guarda l’Avellino. Serie B, brutto momento, brutta e lunghissima trasferta. Squadra ultima in classifica e con possibilità di veloce risalita se si batte il Vicenza in casa propria. Sono le 15.45 circa. La partita è equilibrata, molto equilibrata. Poi ti capita che sul più bello, ti arrivi nel circolo un ispettore Sky per i soliti controlli di routine. Ma in quel momento Ardemagni sbaglia due gol uno dopo l’altro. L’umore non è dei migliori e peggiora se l’ispettore ordina di spegnere la tv per i controlli di routine. Apriti cielo. Momenti concitati, urla, qualche bestemmia. Vola qualche schiaffo. Gli ispettori ne escono malconci. Intervengono le forze dell’ordine e anche l’ambulanza. Ad avere la peggio, naturalmente, sono gli ispettori della pay-tv. Il secondo tempo non si guarda più. Scattano i controlli ma la partita ormai è andata. E’ finita poi 0-0. Ma non ditelo nè ai tifosi del circolo, nè agli ispettori. Finiti poi in Ospedale per lievi escoriazioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy