Gubitosa choc: “Sono stanco e deluso. Penso di lasciare il calcio”

Gubitosa choc: “Sono stanco e deluso. Penso di lasciare il calcio”

Così il presidente Michele Gubitosa a Radio Punto Nuovo

Commenta per primo!

“Non sono indispensabile. Ho sempre detto che, da solo, il calcio non lo avrei mai fatto. Non  ho mai pensato, oltremodo, di rappresentare il futuro perché sono il presente di questa squadra da tre anni con vari ruoli. Ma adesso sono convinto che l’Avellino può fare a meno di me. Potevamo gestire il calciomercato in maniera migliore ma non siamo stati in grado di fare quello che avremmo potuto fare con calma un mese fa, lo ammetto. E’ stato un mercato pesante, avevamo la necessità di sfoltire la rosa, De Vito ha fatto un gran lavoro, Non è stato un mercato da dieci. Ma io stesso sono abituato a non fallire i miei obiettivi. Dieci no, ma un 6 o un 7 si, me lo dò volentieri”.  Gubitosa choc nel corso dell’intervista a Radio Punto Nuovo.  “Tre giorni prima di salire a Milano io e Walter siamo stati chiamati dal nostro commercialista.  Ci ha detto che abbiamo una squadra che costa troppo, la sesta o la settima escluse quelle che hanno il paracadute. E ci ha consigliato di ridurre i costi, nonostante Walter ed io eravamo convinti del contrario”.  E poi conclude: “Sono deluso e sto pensando di uscire dal calcio, non riesco a capire determinati meccanismi di questo mondo, è una pausa di riflessione che mi prenderò”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy