Indiscrezione Itasportpress: l’inchiesta Money Gate fa slittare i campionati?

Indiscrezione Itasportpress: l’inchiesta Money Gate fa slittare i campionati?

Il portale siciliano paventa l’ipotesi di uno slittamento dei tornei di B e di C per permettere alla Procura Federale di chiudere l’inchiesta legata all’ex presidente del Catanzaro Cosentino

C’è il rischio che i tornei di serie B e serie C possano slittare di qualche settimana. E’ l’indiscrezione lanciata dal portale Itasportpress in riferimento all’inchiesta Money Gate partita dalla Procura di Palmi e che ha portato inizialmente anche all’arresto dell’ex presidente del Catanzaro Cosentino e la figlia. Da una settimana, però, lo stesso Cosentino e la giovane figlia sono tornati in libertà. Il gip di Palmi ha accolto infatti l’istanza di revoca degli arresti domiciliari per i due indagati, arrestati il 29 maggio scorso. Il giudice, accogliendo la richiesta degli avvocati Sabrina Rondinelli e Domenico Infantino, ha disposto per Cosentino e per la figlia l’obbligo di dimora a Cinquefrondi (Reggio Calabria).

Ma quello che interessa è il lavoro della Procura Federale. L’Avellino è almeno inizialmente coinvolta dopo alcune intercettazioni ambientali in cui lo stesso Cosentino parlava di un accordo disatteso dall’Avellino proprio nella penultima sfida di campionato vinta dai lupi con una rete di Zigoni e che portò i biancoverdi a conquistare, il 5 maggio del 2013, la promozione in B con un turno di anticipo.

QUI LA TRASCRIZIONE DELLE INTERCETTAZIONI

Ma non ci sono solo Avellino e Catanzaro coinvolte nell’inchiesta. Ci sarebbero anche altre squadre di quella serie C e il tecnico Ciccio Cozza, licenziato nell’aprile del 2013 ed ascoltato dai procuratori federali insieme ad almeno altri 10 tesserati tra cui anche Walter Taccone ed Enzo De Vito.

“Nel merito dei tempi di esecuzione, la Procura Federale si sarebbe espressa rassicurando sulla rapida conclusione dei procedimenti. Manca però soltanto poco più di un mese dall’inizio dei campionati. Sabato 26 agosto inizierà il torneo di serie B ed il giorno successivo quello di Lega Pro. I deferimenti (se ci saranno) debbono essere ancora notificati. Logicamente. Appare al momento improbabile che si possa andare a sentenza, in due gradi di giudizio, nel volgere di così breve tempo”. Così scrive l’agenzia di stampa siciliana. Che tra le righe lascia intendere come al processo possano costituirsi anche terzi interessati (come il Trapani, ad esempio, retrocesso quest’anno dalla serie B).

Avellino e Catanzaro rischiano il deferimento per responsabilità diretta e tentato illecito sportivo. Insomma, c’è la sensazione che la Procura Federale non intenda andare in ferie in questo caldo agosto e possa addirittura a giorni emettere e notificare i primi deferimenti. Il tutto mentre giovedì sera, verranno diramati i calendari di serie B.

Cosa succederà? C’è poco tempo per notificare i deferimenti e permettere il deposito delle linee difensive in tempi brevi. Anche perchè non c’è l’abbreviazione dei termini consentita con provvedimenti straordinari per i casi di processi a fine stagione.

La sensazione è che i campionati cominceranno regolarmente. E poi si andrà a processo. Naturalmente sempre se arriveranno i deferimenti. Quelli, però, appaiono scontati. Purtroppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy