Latina, il capitano Ranellucci: “Il comunicato del Lanusei non serviva. Onoreremo la gara con l’Avellino”

Latina, il capitano Ranellucci: “Il comunicato del Lanusei non serviva. Onoreremo la gara con l’Avellino”

Le parole del capitano del Latina in vista della gara contro l’Avellino

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

L’Avellino si sta preparando per la gara di domenica di Latina, che chiuderà il campionato dei lupi. Un Latina che non ha particolari obiettivi di classifica, ma che ci tiene ad onorare l’impegno e a chiudere bene la stagione, contro una grande avversaria.

A parlare delle sensazioni in vista di domenica, il capitano dei pontini, Alessandro Ranellucci, che ha parlato del match contro i lupi e del testa a testa in vetta tra Avellino e Lanusei. 

Queste la sua intervista rilasciata a GazzettaRegionale.it: “Domenica arriva l’Avellino, sarà una partita straordinariamente bella e che ci farà respirare altre categorie. Sarebbe potuto essere uno scontro promozione ma noi abbiamo fallito. Il Lanusei ci ha chiesto impegno e di onorare la partita. Per me hanno fatto un comunicato banale, perchè non serve metterci in mezzo. La partita la onoreremo come fatto con tutti gli avversari e vogliamo regalarci una bella vittoria. Cosa ci è mancato per essere lì a lottare o arrivare almeno ai playoff? Sicuramente ci è mancata la continuità di risultati, non siamo partiti bene, abbiamo fatto risultati poco costanti. Poi è stato esonerato mister Parlato, sono andati via giocatori importanti e sono stati ridimensionati gli obiettivi. I primi di febbraio eravamo a due punti dai play out e ora siamo settimi. Non è il massimo ma abbiamo fatto un discreto campionato. Vincere non è mai facile, quest’anno le cose non sono andate come immaginavamo. La fascia mi rende molto orgoglioso, spero di dare un esempio positivo”. 

Infine due parole sul duello Avellino – Lanusei: “Sono due squadre completamente diverse, l’Avellino ha preso 4/5 giocatori di categorie superiori nel mercato invernale e si è rinforzato molto. Il Lanusei è la sorpresa del campionato, l’Avellino è una squadra sicuramente superiore ad oggi. I sardi, avendoli visti all’opera tra andata e ritorno, hanno dimostrato di essere una squadra compatta. Tutte e due secondo me meriterebbero la promozione ma fare pronostici non mi sembra il caso, chi è più forte vincerà”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy