L’Avellino che verrà – Tra i pali un ex Juventus: è lui l’erede di Radunovic

L’Avellino che verrà – Tra i pali un ex Juventus: è lui l’erede di Radunovic

Ha disputato, seppur in panchina, l’ultima gara di campionato proprio al Partenio-Lombardi. E’ reduce da due retrocessioni di fila con Livorno e Latina

Juventus, Latina e ritorno. Con la benedizione di Walter Novellino che con lui ha giocato e sofferto, l’erede di Boris Radunovic potrebbe essere lui. Carlo Pinsoglio, di Moncalieri, classe 90. Una vita sotto tesseramento con la Juventus, ma una vita a girovagare sui campi di serie B. L’ultima, quasi incredibilmente, è un segno del destino. Al Partenio-Lombardi, ma in panchina. Per dare spazio ai più giovani considerata una annata balorda condita da un retrocessione quasi annunciata quasi a metà girone di ritorno tra fallimenti e penalizzazioni. Ma ora, Carlo Pinsoglio, con un contratto in scadenza con la Juventus, potrebbe ricominciare da Avellino. Dopo la bruttissima doppia esperienza di Livorno, culminata con una retrocessione e aggressione (I PARTICOLARI QUI) e la deludente esperienza a Latina.

Pinsoglio, cresciuto nel vivaio della Juventus, vanta 179 presenze in serie B (la maggior parte a Modena 83, poi Vicenza, Latina e Livorno). Esperienza anche nella vecchia serie C (Esperia Viareggio). Ora, una volta liberatisi dalla Juventus, sarà libero di trovare l’occasione giusta per rilanciarsi dopo due anni da incubo. Novellino lo conosce benissimo. Lo ha avuto a Modena e il suo nome è in cima alla lista dei desideri per il dopo Radunovic. Non si dovrà parlare con la Juve che non ha rinnovato il suo contratto. Non bisognerà parlare con procuratori (Pinsoglio non ne ha ndr). Bisognerà parlare direttamente col calciatore. Che ha esordito in B con Zeman e che ora vuole prendersi le proprie rivincite. Novellino lo vuole, lui

 

LA SCHEDA SU GAZZETTA.IT

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy