Laverone riscattato al costo di un caffè: Salerno insorge

Laverone riscattato al costo di un caffè: Salerno insorge

A Salerno nessuno riesce a darsi pace: super contestati Lotito e Mezzaroma. L’Avellino ha riscattato l’esterno con un solo euro

Un euro. Un caffè con la mancia, in pratica. Proprio come era accaduto per Armando Izzo. Ricordate? Quella era una comproprietà. Il Napoli mise zero euro, l’Avellino un euro. E si aggiudicò il calciatore materializzando un anno dopo una super mega plusvalenza grazie alla cessione al Genoa. Più o meno una settimana fa (leggi qui l’articolo) è accaduto lo stesso. Stavolta nessuna busta ma un accordo pregresso. Laverone è stato riscattato dalla Salernitana al prezzo simbolico di un euro. Si, avete letto bene. Un euro, solo uno, meno di un caffè. Con questa operazione la Salernitana ha rinunciato all’ingaggio del calciatore che nell’estate scorsa aveva firmato con i granata un triennale da 130-140mila euro, e l’Avellino ha esercitato l’obbligo di riscatto concordato in caso di salvezza, al costo di un caffè. Laverone ha firmato un triennale coi lupi. Per lui poco è cambiato. Anche per quel che concerne l’ingaggio. Ma per i salernitani no. Bufera. Non tanto per il regalo all’Avellino ma l0operato del diesse Fabiani e del duo presidenziale Lotito-Mezzaroma. Le altre di B si muovono, la Salernitana no. E per di più la cessione di Coda al Benevento ha fatto il resto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy