Lupa Roma, Marco Amelia: “Spareggio? Difficile fare pronostici. L’esperienza e il pubblico potranno essere dei fattori”

Lupa Roma, Marco Amelia: “Spareggio? Difficile fare pronostici. L’esperienza e il pubblico potranno essere dei fattori”

Le parole del tecnico della Lupa Roma, che ha affrontato domenica scorsa il Lanusei e parla in ottica spareggio

di Redazione Sport Avellino

Il tecnico della Lupa Roma, campione del Mondo 2006, Marco Amelia, ha parlato in vista dello spareggio tra Avellino e Lanusei. Domenica scorsa, fino al 93′, stava regalando la promozione in Serie C all’Avellino, con un pareggio contro il Lanusei. Poi gli ogliastrini hanno vinto per l’ennesima volta al 94′, con un gol, tra l’altro, anche contestato. Marco Amelia ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha analizzato quella partita e ha parlato dello spareggio a Rieti.

Queste le sue parole: “Spareggio? Da quanto ho visto, e dato che abbiamo affrontato sia l’Avellino che il Lanusei in poche settimane, arrivano bene entrambe le formazioni a questa sfida. E’ molto difficile fare un pronostico, l’Avellino ha giocatori di maggiore esperienza, ma si tratta sempre di una partita secca e quindi può succedere di tutto ma va detto che il pubblico può fare la differenza. E chiaramente, sia come esperienza, che come pubblico, io credo che l’Avellino avrà un vantaggio, ma in queste partite mai dare nulla per scontato. La sede di Rieti? E’ una sede bella, hanno uno stadio all’inglese, molto bello, con i tifosi a ridosso del campo e quindi si faranno sentire molto. Ha fatto piacere aver visto anche i tifosi dell’Avellino a Rocca Priora: lo sport è passione ed è bello vedere le tribune piene, poi per quanto successo alla fine, sui gestacci e quant’altro, ognuno si assume la responsabilità di quello che fa e non sta a me entrare in merito a queste cose. Domenica abbiamo giocato bene, così come fatto con l’Avellino. Episodio dubbio sul 2-1? Si avevo l’impressione che il calcio d’angolo non ci fosse e che ci fosse un tocco di mano nell’azione della rete. Immagini che poi hanno confermato il tutto. Ma è andata così. Il Lanusei sta costruendo le sue fortune con gol oltre il 90′, avrà fatto oltre 10 punti in questo modo, Noi invece abbiamo perso, dall’85’ in poi, ben 18 punti in diverse partite e l’esperienza è costata molto. Il mio futuro? Vedremo, è stata una stagione lunga, complicata, dove ho imparato tante cose e ora mi godo u pò di tempo libero poi vedremo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy