“No a genitori violenti, più calcio femminile. Così vi rilancio la Lnd”

“No a genitori violenti, più calcio femminile. Così vi rilancio la Lnd”

In una intervista a La Repubblica, Cosimo Sibilia parla del suo programma. Da domani sarà presidente della LND

La Repubblica dedica un intervista a Cosimo Sibilia, da domani  Presidente della Lega Nazionale Dilettanti.

Un’intervista leggera che racconta i rapporti che legano Cosimo Sibilia con gli alti vertici del calcio italiano, del suo breve passato da difensore e le idee per far si che il calcio dilettantistico possa cambiare.

Da Presidente di Lega Nazionale Dilettanti vuol dire avere un esercito di oltre 1 mln di tesserati, una cifra considerevole, Sibilia viene presentato come candidato unico alla carica di Presidente, capace di metter tutti d’accordo, soprattutto Malagò e Tavecchio.

Nell’intervista Sibilia racconta il suo rapporto con entrambi ma sottolinea come da oltre venticinque anni lo leghi un rapporto intenso con il discusso presidente della FIGC Tavecchio, sottolineando l’esperienza passata di quest’ultimo come sindaco, considerandolo un esperto di Realpolitik, ciò dimostrato dalla capacità di far crescere il suo consenso a livello internazionale, evidenziato dai rapporti instaurati con Gianni Infantino (Presidente FIFA).

L’intervista prosegue con il ricordo del padre, e della sua impresa sportiva, i 10 anni di serie A con l’Avellino, ricordando la sua personalità ed il suo atteggiamento duro con i calciatori. Presidente severo, un mangia-allenatori ma lungimirante, capace ci scegliere giocatori sconosciuti come Juary o Tacconi, il portiere più battuto della Sambenedettese e portarli ai vertici del calcio europeo, mondiale.

Le intenzioni di Sibilia sono forti, cambiare il calcio dilettantistico:

“Possiamo fare tanto. Rilanciare il calcio femminile, aumentare la visibilità delle partite della Lega Dilettanti, ridiscutere il vincolo sportivo, che però non va abolito e anzi rimane un valore per le società. Riportare valori etici nella partite del calcio-giovanile magari frenando l’invadenza dei genitori che spesso e volentieri provocano risse in tribuna, una cosa assurda.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy