Novellino, cuore e carisma. Quando si nascose nel contenitore della biancheria

Novellino, cuore e carisma. Quando si nascose nel contenitore della biancheria

Il carattere, la forza, l’esplosività. Ecco perchè l’Avellino è in una botte di ferro

Il carattere, la forza, l’esplosività. Ecco perchè l’Avellino è in una botte di ferro. Perchè Novellino venderà cara la pelle. E ringhierà. Con tutti, specie i suoi giocatori. E’ stato chiamato per salvare l’Avellino. E lui ai play-out non vuole andarci. Vuole chiuderla subito. Senza se e senza ma. Di aneddoti su di lui ce ne sono a centinaia. L’ultimo salta fuori nel 2007. Dieci anni orsono. Si nascose nel contenitore della biancheria, benchè squalificato, per dare i consigli alla squadra. Beccato, si prese 10mila euro di multa. Questo è Novellino e siamo convinti che i questi 3 giorni che ci separano alla gara salvezza, i suoi giocatori lo ascoltino. Dovranno pendere dalla sue labbra. E vincere. Perchè quella è l’unica cosa che conta

 

Così scriveva la Gazzetta dello Sport

TORINO, 27 settembre 2007 – Chissà se nel comminare la multa ha dovuto trattenere un sorriso. Gianpaolo Tosel, però, da impeccabile giudice sportivo non ha potuto fare a meno di punire Walter Novellino con una sanzione di 10 mila euro.
COME MOURINHO – Ciò che è accaduto ieri al Tardini di Parma ricorda molto da vicino quanto accadde a José Mourinho, quando, allenatore del Chelsea (nel 2005, durante l’intervallo del quarto di finale di Champions contro il Bayern), per raggiungere gli spogliatoi del Chelsea, fermato da una squalifica Uefa, aveva utilizzato il cesto della biancheria. Novellino, illuminato dal prestigioso precedente, ha replicato e si è introdotto segretamente negli spogliatoi dello stadio del Parma, prima della gara contro i gialloblù per parlare con i suoi giocatori nonostante fosse stato fermato per una giornata dal giudice. La soluzione migliore? Esilarante: nascondersi in una cesta fra asciugamani e biancheria varia.
CONTENITORE – Curiosa la motivazione: “per essersi introdotto, pur essendo squalificato e in violazione del divieto di cui all’art. 22 comma 7 CGS, prima dell’inizio della gara, nello spogliatoio riservato alla propria squadra, permanendovi nel corso del primo tempo e uscendone nell’intervallo, presumibilmente nascosto in un voluminoso contenitore utilizzato dal magazziniere per il trasporto degli indumenti di gioco dei calciatori”.
EQUIVOCO – E Novellino? Il tecnico l’ha presa sul ridere: “Farò la fine di Mourinho…È stato solo un equivoco, perché sono passato un istante prima della partita per verificare che giocasse un mio giocatore invece che un altro. Hanno riferito sbagliato, perché la partita l’ho vista dalla tribuna e non negli spogliatoi; quindi non ho infranto i regolamenti”, è stata la reazione del tecnico granata..
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy