Pisa-Avellino: le pagelle di una vittoria salvezza

Pisa-Avellino: le pagelle di una vittoria salvezza

Pasquetta da tre punti. L’Avellino sbanca Pisa e si avvicina alla salvezza. Solita gara intelligente dei lupi, che sfruttano l’occasione giusta ad inizio ripresa con Laverone e portano a casa il secondo successo consecutivo

Pasquetta da tre punti. L’Avellino sbanca Pisa e si avvicina alla salvezza. Solita gara intelligente dei lupi, che sfruttano l’occasione giusta ad inizio ripresa con Laverone e portano a casa il secondo successo consecutivo. Ecco le pagelle dei biancoverdi.

La difesa

Radunovic 6: il Pisa ha il peggiore attacco del campionato e non a caso il portiere serbo non è chiamato a nessun intervento particolare. È comunque attento sulla conclusione di Varela nel finale.

Gonzalez 5,5: qualche errore in appoggio e qualche leggera distrazione, ma decisamente meglio rispetto alle ultime apparizioni.

Jidayi 6,5: torna titolare per l’indisponibilità di Migliorini e non fa rimpiangere l’assenza del suo compagno. La fascia al braccio lo responsabilizza e lo fa ritornare al livello dell’inizio del girone di ritorno. Solido e concreto. Esce per un problema fisico. (dal 71′ Solerio 6: entra per l’infortunato Jidayi e si va a mettere largo a sinistra).

Djimsiti 7,5: semplicemente insuperabile. Manaj prima e Cani poi gli fanno solo il solletico. Ottimi interventi in chiusura sin dalle prime battute di gioco, poi grande personalità e leadership per tutti i 90′. Ministro della difesa.

Perrotta 6,5: altra prova molto convincente del difensore scuola Pescara. Attento dietro su Mannini nel primo tempo, nella ripresa si concede anche qualche buona sortita offensiva. Da una di queste nasce l’azione del vantaggio. Chiude da centrale di difesa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy