Serie D, girone G – Lanusei, il ds Abbate: “Tutti vogliono batterci. Chi temiamo? L’Avellino”

Serie D, girone G – Lanusei, il ds Abbate: “Tutti vogliono batterci. Chi temiamo? L’Avellino”

Le parole del direttore sportivo del Lanusei sul campionato straordinario dei sardi

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Nonostante il cospicuo vantaggio in classifica e la consapevolezza della propria forza, la cenerentola Lanusei tiene alta la concentrazione e cerca di restare con i piedi per terra per raggiungere l’impensabile traguardo della promozione in C. Questo almeno è quello che traspare dalle parole del direttore sportivo degli ogliastrini Luigi Abbate, che ha parlato ai taccuini de “La Nuova Sardegna”: “Sette punti (al momento sono 10 con una partita in più, ndr) sono tanti ma potrebbero non essere sufficienti. Ci vuole poco ad inciampare. Battere il Lanusei è diventato l’obiettivo di tutti. Sento, tuttavia, l’obbligo di precisare che non soffriamo di vertigini e che pertanto abbiamo intenzione di andare sino in fondo e di non mollare di un centimetro”.

Malgrado i numeri da record collezionati in questa stagione, con una media punta di quasi 2 punti a partita e 21 partite vinte, Abbate non snobba le avversarie e invita a guardarsi le spalle soprattutto dall’Avellino. La formazione guidata da Bucaro, seconda a dieci punti dai sardi malgrado i due scontri diretti vinti, è per Abbate quella più accreditata a dare fastidio a La Gorga e compagni: “Chi temiamo? Dobbiamo guardarci in modo particolare dall’Avellino a questo punto del torneo, la più accreditata a contenderci il primato, sia per il blasone che per la rosa dei giocatori. Il Trastevere, secondo il mio parere, ha meno chance”.

Le parole del diesse lasciano trasparire un grande rispetto e una grande considerazione nei confronti dei lupi. Intanto domenica si torna finalmente in campo. Alfageme e compagni saranno capaci di legittimare le parole di Abbate e di tenere ancora in apprensione la capolista?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy