Serie D – Playoff quanta confusione! Nel caso di mancato primato l’Avellino sarebbe settimo nella graduatoria

Serie D – Playoff quanta confusione! Nel caso di mancato primato l’Avellino sarebbe settimo nella graduatoria

Facciamo chiarezza sulla situazione playoff di Serie D

di Michelangelo Freda, @m_freda21

In assenza del calcio giocato nella città di Avellino, molti tifosi si domandano sul funzionamento dei Playoff nel campionato di Serie D. L’Avellino attualmente è seconda in classifica a pari punti con il Trastevere, il primo posto dista 7 lunghezze ed è occupato dal Lanusei, che non sembra volersi fermare. Tra i tifosi c’è abbastanza fiducia nel poter ottenere una promozione sul campo, nonostante le poche partite a disposizione; nonostante ciò molti si domandano cosa dovremmo aspettarci in caso del mancato aggancio al primo posto.

I playoff sono stati ideati in due turni: parteciperanno alla prima fase le società classificatesi al 2°, 3°, 4° e 5° posto in ognuno dei 9 gironi. In caso di parità al termine del campionato tra squadre occupanti le posizioni indicate, si terrà conto degli scontri diretti ed in caso di ulteriore parità, nell’ordine: della differenza reti nel confronto tra loro, della differenza reti generale, del numero di reti segnate in campionato, del miglior piazzamento in Coppa Disciplina e in ultima istanza il sorteggio. Le quattro squadre interessate si affronteranno in una gara unica secondo questo schema: 2^ contro 5^ e 3^ contro 4^, gioca in casa quella con il miglior piazzamento in classifica. Lo stesso criterio determinerà il passaggio del turno qualora persistesse la parità al termine dei tempi regolamentari e degli eventuali supplementari. Le vincenti si incontreranno nella seconda fase, sempre in gara unica con la squadra di casa individuata dal piazzamento ottenuto in campionato. Anche in questo caso il piazzamento in classifica determinerà la squadra vincitrice in caso di parità al termine dei tempi regolamentari e degli eventuali supplementari.

Graduatoria finale
Le nove squadre vincitrici saranno inserite in una graduatoria stilata secondo i seguenti criteri: quoziente punti al termine del campionato (calcoli sviluppati a seconda dei gironi a 20 o a 18 squadre); in caso di parità numerica miglior  posizione in classifica al termine del campionato; persistendo la parità la posizione migliore in Coppa Disciplina.
Previsti inoltre i seguenti bonus: 0,50 alla squadra vincitrice la Coppa Italia Serie D; 0,25 alla squadra perdente la finale della Coppa Italia Serie D; 0,10 alla squadra classificatasi al primo posto del girone per il Concorso “Giovani D Valore”; 0,05 alle squadre classificatesi al secondo e terzo posto di ciascun girone per il Concorso “Giovani D valore”.

Difficile attualmente stilare una vera e propria classifica provvisoria in merito a questa classifica, la si può ipotizzare attualmente solo con le seconde in classifica, includendo anche la formazione biancoverde.

  1. Mantova
  2. Matelica
  3. Cerignola
  4. Modena
  5. Sanremese
  6. Turris (non ha stadio per la Serie C ed ha penalizzazione )
  7. Avellino
  8. Arzignano
  9. Ponsacco

Le prime quattro in classifica hanno una media punti molto alta, che difficilmente l’Avellino potrà raggiungere anche in caso di vittoria delle ultime 8 gare, fattibile superare la Sanremese. Nonostante ciò la formazione biancoverde ha la possibilità di poter far un balzo in avanti considerando che il Materica venne escluso dai ripescaggi  per il campionato di Serie C in quanto la federazione non diede il benestare per poter disputare le gare presso lo stadio di Macerata. La Turris, società di Torre del Greco, non possederebbe lo stadio con i requisiti idonei per partecipare al campionato di terza serie ed inoltre ha subito due punti di penalizzazione che possono implicare per il ripescaggio. Insomma l’Avellino potrebbe far un balzo in avanti occupando la quarta casella disponibile per il ripescaggio in Serie C. Ovviamente questo è un discorso da fantacalcio, in quanto i giochi non sono ancora chiusi; mancano otto giornate alla fine del campionato, otto gare fondamentali per la stagione della formazione biancoverde.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. kekkuzzo7_714968 - 1 mese fa

    La Turris ha lo stadio per fare la LegaPro grazie ai lavori fatti per le Universiadi, e i punti di penalizzazione non sono per mancati pagamenti dei tesserati o imposte(ostativi per ripescaggi) , ma per irregolarità amministrative…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Costanza - 1 mese fa

      L’articolo è di due tre mesi fa

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy