Top 11 37° giornata: un ex biancoverde guida l’attacco

Top 11 37° giornata: un ex biancoverde guida l’attacco

37° giornata in Serie B. 18 gol realizzati. 4 vittorie interne, 4 pareggi, 3 vittorie esterne. 3 rigori assegnati (2 realizzati). 6 espulsioni. Ecco il top team di giornata: 4-3-3 affidato a Fabio Liverani, tecnico della Ternana

37° giornata in Serie B. 18 gol realizzati. 4 vittorie interne, 4 pareggi, 3 vittorie esterne. 3 rigori assegnati (2 realizzati). 6 espulsioni. Ecco il top team di giornata: 4-3-3 affidato a Fabio Liverani, tecnico della Ternana.

Provedel (Pro Vercelli): ordinaria amministrazione, ma allunga a 540 minuti la sua imbattibilità (miglior performance stagionale). E alla salvezza della Pro, 11 gare utili di fila, manca solo il supporto matematico.

Lazzari (Spal): quinto a centrocampo o quarto in difesa, non fa differenza. Motorino inesauribile, disegna un assist perfetto per Antenucci. Semplici sbanca Latina e fa i conti: 8 punti per la Serie A.

Lucioni (Benevento): cancella l’autogol di Brescia tornando solido e insuperabile al centro della difesa. Baroni non vince più, ma con la sicurezza del capitano evita almeno la beffa.

Meccariello (Ternana): con Liverani ha ritrovato lo smalto e la sicurezza di un tempo. Non sbaglia nulla, sventando anche un’occasione pericolosa creata da Mokulu. Di nuovo pronto per il salto di categoria.

Migliore (Spezia): affonda con determinazione, trovando anche il bel gol che rompe gli equilibri della sfida. Di Carlo vince il derby, stacca Breda e solidifica la sua classifica.

Valzania (Cittadella): gioca la miglior gara dell’anno realizzando anche il primo gol stagionale. Venturato serve il poker a Castori e si riprende il quarto posto in classifica.

Dezi (Perugia): entra e decide la gara con il Novara sfruttando il rimpallo su Brighi. Bucchi ritrova il gol (dopo 335 minuti) e regala al Grifone il successo numero 300 nella serie cadetta. B.

Zuculini (Verona): chiude i conti con il Bari mandando una bella dedica allo sfortunato fratello. Pecchia inguaia Colantuono e allunga con decisione sul Frosinone.

Palombi (Ternana): concreto e implacabile, capitalizza al meglio gli inviti di Ledesma e Falletti. 8 gol in campionato, si conferma come uno dei migliori prospetti di questa stagione.

Arrighini (Cittadella): si procura il rigore del pareggio, ritrova il gol, manda in rete Valzania, fa espellere Gagliolo.

Mvp assoluto, ritorno sui livelli di inizio anno dopo una fase di appannamento.

Citro (Trapani): il muro del Pisa resiste, lui lo abbatte in extremis concretizzando il traversone di Casasola. Provinciale in festa: 3 punti pesantissimi. Le speranze di Calori diventano sempre più realtà.

All. Liverani (Ternana): ha ridato anima e concretezza ad una squadra che sembrava spacciata. 16 punti in 8 partite, 2 punti di media a gara. Da subentrato nessuno come lui. Filippo Abbondandolo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy