Universiadi 2019, per lo Stadio Partenio – Lombardi finanziamento a rischio

Universiadi 2019, per lo Stadio Partenio – Lombardi finanziamento a rischio

I lavori non partono e al Comune tutto bloccato

di Redazione Sport Avellino

Il bando di gara per i lavori allo Stadio Partenio Lombardi finanziati grazie alle Universiadi 2019 restano un giallo, tanto che il finanziamento a questo punto è definitivamente in discussione. Se tutta la Campania viaggia con i lavori, e anche ad Avellino sono iniziati gli interventi al Campo Coni e Paladelmauro, il restyling della principale struttura sportiva calcistica della città resta un mistero. L’intervento da un milione di euro prevedeva la ristrutturazione della Tribuna Montevergine per la creazione di un’area di circa 400 metri quadri che avrebbe ospitato atleti, delegazioni ed addetti ai lavori per le gare di tiro con l’arco non è ancora partito. L’impasse sarebbe legata ad un cortocircuito burocratico successivo alla celebrazione della gara d’appalto, andata in aggiudicazione lo scorso 26 settembre.

Da allora, il nulla: la stasi registrata a Palazzo di Città, avrebbe fatto infuriare l’Aru. l’Agenzia Regionale per le Universiadi. Alla luce della scadenza del 31 maggio prossimo (prorogabile solo per le opere di completamento), quindi, si è sfiorato anche il clamoroso passo indietro: ovvero l’eliminazione dell’appalto e l’esclusione del Partenio Lombardi dall’elenco degli impianti chiamati ad ospitare le gare o i training delle Olimpiadi Universitarie.

A questo punto non è da escludere che senza una accelerazione da parte del Comune di Avellino in merito alle procedure amministrative legate alla partenza dell’intervento, possa far saltare definitivamente il finanziamento. Un vero smacco per il capoluogo che, in occasione di un evento che richiama in provincia migliaia di atleti, si vedrebbe privato della sua struttura più importante, ancora una volta per colpa di gestioni sbagliate del Comune di Avellino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy