Vigile urbano sospeso dal posto di lavoro per la troppa passione per il basket

Vigile urbano sospeso dal posto di lavoro per la troppa passione per il basket

Lo strano episodio è accaduto in un comune della provincia di Napoli

Quando la passione per il basket rischia di farti perdere il posto di lavoro.  Lo strano episodio è avvenuto a Casavatore, in provincia di Napoli, dove il Capitano del Comando locale della Polizia Municipale indossava una tuta sportiva, lasciava il posto di lavoro e andava a dedicarsi al ruolo di dirigente responsabile di una squadra di pallacanestro locale.   Risultato? E’ stato sospeso dall’esercizio del pubblico ufficio per quattro mesi, secondo quanto previsto da un’ordinanza emessa dal gip su richiesta della Procura di Napoli Nord ed eseguita dai Carabinieri della stazione di Casavatore.

L’indagine ha consentito di accertare che il capitano dei vigili urbani, “in modo continuativo e sistematico”, si allontanava dal posto di lavoro omettendo di far risultare la sua assenza dal sistema di rilevazione elettronica delle presenze. Dopo aver indossato la tuta, lasciava la sede di lavoro “per attendere a incombenze di natura strettamente privata e personale, quali lo svolgimento delle funzioni di direttore responsabile di una locale squadra di pallacanestro, ottenendo così, in maniera indebita, la retribuzione e, in talune circostanze, anche compensi per lavoro straordinario”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy