Sidigas, Sacripanti:”Brindisi buona squadra, ma dobbiamo reagire”

Sidigas, Sacripanti:”Brindisi buona squadra, ma dobbiamo reagire”

Commenta per primo!

Diversi i temi affrontati da coach Sacripanti nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina al PalaDelMauro.

“Abbiamo una partita molto importante contro Brindisi, formazione dagli esterni pieni di talento, che viene da una vittoria di prestigio in Coppa. Dovremo limitare i loro esterni, la loro atleticità, a livello difensivo essere bravi a gestire l’equilibrio dei tiri interni ed esterni, sfruttando il post basso. Dobbiamo essere bravi ad attaccare la loro zona 3-2 e soprattutto limitare la loro brillantezza per non lasciargli molto spazio. Venire da due sconfitte dove perdi all’ ultimo tiro è molto frustrante, ma dobbiamo essere bravi noi a portare la partita a casa senza arrivare all’ultimo secondo. C’è la volontà di cambiare questa inerzia”.

Settimana difficile: “Pini manca ed è una costante. Ieri si è fermato anche Veikalas, mercoledì eravamo in sei, un pochino di fatica la stiamo facendo, ma la forza nasce proprio dal reagire, non dobbiamo piangerci addosso, dobbiamo fare il meglio ripartendo da una costante crescita. Mi piacerebbe essere un pochino più fortunato, un tiro può cambiare una partita e l’inerzia di un momento”.

Sul momento della squadra: “E’ frustrante quando ti scappano due partite per la gestione di qualche pallone o qualche tiro. Bisogna credere comunque in quello che facciamo. Siamo a ridosso della gara ed è la cosa più importante di tutto, poi valuteremo alcune situazioni dalla settimana prossima. Dobbiamo essere bravi a dare qualcosina in più, poi chiaro che si può migliorare anche individualmente per far fronte alla continua emergenza”.

Green: “Domani ci saranno ulteriori accertamenti. Vedremo se sarà totalmente disponibile o solo parzialmente per la partita di domenica”.

Una battuta sui tifosi: “Ringrazio i tifosi per la vicinanza e l’affetto. Hanno capito che la squadra nonostante questo momento sta dando tutto quello che ha, al di là degli errori e degli episodi. Dobbiamo avere fiducia credendoci e unendoci tutti insieme. Non dobbiamo piangerci addosso e rassegnarci”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy