“Quella sera realizzammo il sogno della nostra gente, Scandone credici di nuovo”

“Quella sera realizzammo il sogno della nostra gente, Scandone credici di nuovo”

Commenta per primo!

Il 10 febbraio 2008 l’Italia della palla a spicchi incoronò Avellino e l’Irpinia sul trono delle Final Eight di Bologna. Una serata in cui il solo pensiero rende la pelle d’oca. A realizzare quel sogno fu l’Air della famiglia Ercolino che puntò su un gruppo fatta di giocatori desiderosi di farsi conoscere al gran basket tricolore ed altri in cerca di un riscatto “sportivo”. A guidarlo c’erano Matteo Boniciolli e Tonino Zorzi (oltre l’attuale assistant coach Gianluca De Gennaro). E’ proprio il “Paròn” a ricordare l’impresa del PalaMalaguti: “Innanzitutto auguro ad Avellino e alla sua gente di rivivere una simile atmosfera. I cori “Air…Air” o le bandiere biancoverdi che sventolavano dal riscaldamento alla festa finale è un qualcosa che mai dimenticherò. Ero gasatissimo. Lo sfondamento incassato da Cavaliero, le triple di Smith, la regia di Marques Green e la stoppata di Williams mi fecero capire che quella sera avremmo realizzato un sogno.” Dopo otto anni l’atmosfera che si respira presenta delle similitudini con quella che accompagnò l’Air in terra romagnola. Zorzi riconosce alla sua ex squadra le potenzialità per potersi ripetere: “Sono rimasto impressionato da James Nunnally, un giocatore che ha una facilità impressionante nel segnare. Cervi è diventato un pivot che ha aggiunto anche la dimensione offensiva. Sacripanti ed Alberani hanno fatto un affare in estate a portarlo ad Avellino. Meno furbi Milano e Reggio Emilia che non hanno voluto scommettere su Riccardo. La Sidigas ha la grande chance di centrare il gran colpo contro Reggio Emilia.” Ieri come oggi in cabina di regia ci sarà Marques Green: “E’ un leader naturale perché oltre a mettere in ritmo i compagni sul parquet riesce a farsi ascoltare nello spogliatoio. Un giocatore che trasmette tranquillità al resto della squadra. Quando hai uno come Marques ed il suo cambio è Joe Ragland, puoi puntare davvero a qualcosa di importante.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy