Acca Montella, Albanese: “Voglio una squadra giovane e ambiziosa”

Acca Montella, Albanese: “Voglio una squadra giovane e ambiziosa”

L’Acca Montella ha avviato un nuovo corso per la prossima stagione, a partire dalla scelta della nuova guida tecnica. Dopo otto stagioni Alberto Matarazzo non sarà più allenatore delle pallavoliste del presidente Buccella. Nuovo volto in panchina sarà Salvatore Albanese Nato a Capri nel 1983, approda in Irpinia dopo essere stato l’allenatore in seconda della Volalto Caserta in serie A2.  Albanese, da tutti conosciuto come Sasà, ha cominciato molto giovane la sua avventura di allenatore di pallavolo: nel 2005 era assistant coach della Orion Volley Napoli in serie B2.  Quindi, è stato primo allenatore a Viterbo, alla guida della Sigger volley, nel campionato di B1 femminile. Con la Rota volley di Mercato San Severino, è stato primo allenatore della formazione femminile in serie A2 prima ed in B1, poi.  Quindi Albanese è approdato a Caserta. Nel corso dell’ultima stagione, ha collaborato anche con la Federazione italiana pallavolo come secondo allenatore della Rappresentativa femminile del Comitato Provinciale di Napoli e assistente allenatore della rappresentativa femminile del Comitato Regionale della Campania. “Conoscevo la società e l’ambiente già da tempo – dice il nuovo trainer del team montellese – In passato abbiamo avuto modo di confrontarci e conoscerci in diverse occasioni. Il progetto che mi hanno proposto l’ho ritenuto molto ambizioso. Montella è una piazza che sta lavorando bene negli ultimi anni, acquisendo prestigio a livello nazionale grazie anche al lavoro sui giovani.” L’anno che si è chiuso ha visto l’Acca Montella mancare l’obiettivo playoff a causa di una discontinuità di risultati nell’arco della stagione, rivelatasi decisiva. Albanese ha già le idee chiare: “Sarà un anno di assestamento – rivela – La squadra che andrà in campo dovrà avere uno spirito battagliero e dare il massimo in ogni occasione. Cercheremo di inserire elementi giovani nella nostra rosa ma le motivazioni dovranno fare la differenza. Vogliamo ricreare il giusto entusiasmo anche tra il pubblico. Se riusciremo a far questo, in un progetto di più anni Montella potrà competere per il salto di categoria, un’ambizione mai nascosta dalla stessa società.” Il neotecnico insieme alla dirigenza, che ha registrato anche la nomina a Direttore Sportivo di Mario Petruzzo, a breve sarà impegnato in sede di mercato: “L’idea è quella di non stravolgere. Conoscevo già alcune pallavoliste per avere affrontate da avversario o averle allenate come Murri. Credo ci sia una buona base di partenza fatta di qualità ed elementi di prospettiva futura. Dovremo poi perfezionare il tutto.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy