Acca Montella, Matarazzo: “A Maglie una partita sentita”

Acca Montella, Matarazzo: “A Maglie una partita sentita”

Penultimo appuntamento di campionato tra le mura amiche per l’Acca Montella che – domani, alle 18, arbitri Antonio Capolongo ed Emilio Sabia – affronterà la Bet Italy Maglie. Si tratta di una gara dal sapore particolare per le due società, rivali sin dai tempi della serie B2, nell’anno in cui entrambe riuscirono nell’impresa di centrare la promozione. Peraltro, la compagine leccese è sempre stata la bestia nera dell’Acca Montella, almeno fino alla stagione attuale. Nella gara di andata, infatti, le ragazze di Tosco Alberto Matarazzo seppero imporsi, al tie break, sul campo delle leccesi. Nonostante un finale di campionato senza obiettivi da raggiungere, gli stimoli contro la Bet Italy certamente non mancheranno. Ne è convinto pure il tecnico delle giallonere Matarazzo. “Ci apprestiamo ad affrontare – spiega – un’avversaria storica, che ci ha accompagnato dai tempi della B2. Tra l’altro, Maglie era l’unica squadra che ancora non eravamo riusciti a battere: ce l’abbiamo fatta all’andata, un piccolo passo in avanti registrato in questa stagione”.

 Mister, che partita si aspetta?

“Sicuramente, una gara molto intensa e tirata: le nostre avversarie devono vincere a tutti i costi per provare a mantenere intatte le ultime speranze di rientrare in zona play off, mentre per noi si tratterà dell’ultima partita di livello tra le mura amiche di questa stagione, senza nulla togliere alla già retrocessa Siracusa. “

Come si vince contro Maglie? Che partita avete preparato?

“E’ necessaria molta attenzione nei fondamentali: Maglie ha una delle linee di ricezione più precise del campionato, con le percentuali più alte. Dovremo essere bravi a favorire gli spostamenti della loro palleggiatrice e non subire il gioco veloce della Bet Italy.”

A tre giornate dalla fine, in una situazione di classifica assai tranquilla, si corre il rischio di cominciare ad avvertire un clima da smobilitazione?

“Assolutamente. Le ragazze continuano ad allenarsi con lo stesso impegno delle settimane passate, anche se abbiamo variato qualcosa negli allenamenti, soprattutto ad inizio settimana, quando ci concentriamo prevalentemente sul piano agonistico. Ma non c’è alcun rilassamento: vogliamo concludere al meglio la stagione, anche per rispetto nei confronti di una società che ci ha sempre messo nelle migliori condizioni per fare il nostro lavoro.”

Facciamo un passo indietro: a San Vito è arrivata una sconfitta inattesa, non crede?

“Abbiamo cominciato la gara con il piglio giusto e abbiamo portato a casa il primo parziale. Poi, abbiamo abbassato un po’ la guardia e subito il ritorno della Cedat che, in casa, si trasforma e non si da mai per vinta.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy