Ad un anno dalla scomparsa del commendatore, l’Irpinia non dimentica

Ad un anno dalla scomparsa del commendatore, l’Irpinia non dimentica

C’era tutta l’Irpinia del calcio, dello sport, a salutare il commendatore in questo giorno di ottobre di 12 mesi fa nella sua Mercogliano. Lo stesso freddo di oggi, la stessa tristezza, gli stessi ricordi. Tutti conoscevano Antonio Sibilia e tutti erano li a piangerlo anche chi quando era il presidentissimo dell’Avellino della serie A  non era ancora nato. Si perchè di Antonio Sibilia se ne sono tramandate storie, aneddoti e soprattutto il suo modo di fare calcio. Attento e vulcanico, appassionato e lungimirante, presidente deciso e tifoso con mille speranze.

Nel pomeriggio di oggi, ad un anno dalla sua scomparsa, il “commendatore” verrà ricordato con una messa di suffraggio nella chiesa di San Modestino a Mercogliano. L’Irpinia è stata fiera di avere un presidente cosi e oggi lo ricorda con onore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy