All-In #BresciaAvellino: la forza del turnover

All-In #BresciaAvellino: la forza del turnover

Non c’è tempo per guardarsi dietro. Si va a Brescia martedì sera e l’Avellino vuole la seconda vittoria di fila. Con o senza turn-over i lupi sono chiamati a conquistare punti pesanti

Chi si ferma è perduto. Nemmeno il tempo di godersi il successo ottenuto sul Livorno che già si torna al lavoro. Martedì si va a Brescia. Sarà una sfida importantissima in ottica playoff. Le rondinelle precedono di due punti i biancoverdi. Vincere servirebbe a scavalcarle in classifica. Per farlo, Tesser dovrà essere bravo nella gestione del turnover. Ieri la squadra ha confermato di essere in affanno fisico. Difficile prevedere un recupero ottimale in soli tre giorni. Inoltre bisogna pensare che sabato ci sarà un altro scontro diretto. Contro lo Spezia. Gestire gli uomini e le energie sarà fondamentale. In difesa Pisano e Visconti non sono ancora al top della forma. Ecco perché Nica, Pucino e Chiosa scalpitano. In mezzo al campo rifiatera’ sicuramente Mariano Arini. Certi del posto, invece, Paghera e Gavazzi. La terza maglia disponibile se la giocheranno capitan D’Angelo e Sbaffo. Favorito l’ex Como, voglioso di confermare quanto di buono fatto vedere l’anno scorso e di riscattare l’espulsione rimediata un mese fa contro il Cagliari. Sulla trequarti largo ad Insigne, a riposo ieri, che fece faville (gol ed assist) all’andata contro gli uomini di Boscaglia. In avanti al 90% Tesser potrà contare su Castaldo. Avrà dunque ampia libertà di scelta. Probabile che ci sarà spazio dall’inizio per Joao Silva. Sarà dunque una buona occasione per far rifiatare chi è in difficoltà e per dare a chi ha giocato meno l’occasione di mettersi in mostra. Il gruppo è coeso. La rosa è ampia. Il turnover è la carta giusta da giocare per Tesser. Con l’obiettivo playoff, dichiarazioni di facciata a parte, sempre fisso in testa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy