All-In #PerugiaAvellino: Bastien e Sbaffo, freschezza e vivacità

All-In #PerugiaAvellino: Bastien e Sbaffo, freschezza e vivacità

Un’altra sfida delicata in vista per gli uomini di Marcolin. Sabato si va a Perugia per provare a risalire la china dopo il pesantissimo doppio ko rimediato tra Latina e Pescara.

Un’altra sfida delicata in vista per gli uomini di Marcolin. Sabato si va a Perugia per provare a risalire la china dopo il pesantissimo doppio ko rimediato tra Latina e Pescara. In Umbria i lupi troveranno una squadra altrettanto motivata, beffata al 90′ dal Brescia nel Monday Night della scorsa giornata e vogliosa di ottenere punti pesanti in vista del pur difficile obiettivo playoff. Si prevede una gara “allegra”. Con due squadre che andranno all’attacco alla ricerca dei tre punti. Chi per i playoff, come detto, e chi per la salvezza. Sfumata l’ipotesi ritiro, i biancoverdi di mister Marcolin hanno continuato a preparare la gara in Irpinia. Tra un acciacco e l’altro (fuori Jidayi e Gavazzi, dubbi forti per Pisano e Frattali), l’ex tecnico del Catania sembra intenzionato a puntare sul 4-3-1-2. Non si può correre il rischio di fare esperimenti e questo schema è quello conosciuto meglio dalla squadra. Non a caso, nella gara interna con il Pescara la reazione dell’Avellino c’è stata proprio quando Insigne ha cominciato a muoversi dietro le linee. Di questo cambio di modulo potrebbero beneficiare in modo particolare due elementi: Samuel Bastien e Alessandro Sbaffo. Entrambi potrebbero agire sia nel ruolo di mezzala che di trequartista. Entrambi hanno una voglia matta di dimostrare tutto il loro valore. Il giovane belga, dopo la prima convocazione con l’Under 21 dei Diavoli Rossi, non ha praticamente più messo piede in campo, se si esclude la gara di Latina (una decina di minuti giocati per lui). Il suo cambio passo e i suoi slalom palla al piede potrebbero portare quella ventata di freschezza ed entusiasmo di cui quest’Avellino spento ha tanto bisogno. Alessandro Sbaffo sicuramente non può dirsi soddisfatto di questa sua seconda esperienza in biancoverde. Solo 269 minuti in campo e la pesante espulsione rimediata contro il Cagliari. Nella gara col Pescara, però, il suo ingresso ha dato un pò di vivacità ai lupi. Si, qualche buona occasione non sfruttata a pieno, ma anche inserimenti senza palla e quindi imprevedibilità. Freschezza, qualità e voglia di mettersi in mostra. Ossigeno puro per l’Avellino di questo periodo. A Bastien e Sbaffo, dunque, il compito di rianimarlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy