Anzoini (CdS): “Con Sacripanti e Oldoini Sidigas in mani sicure”

Anzoini (CdS): “Con Sacripanti e Oldoini Sidigas in mani sicure”

Riscuote consensi di giorno in giorno la scelta della Sidigas Avellino di puntare per la prossima stagione sulla figura di Stefano Sacripanti come capo allenatore della formazione biancoverde.  Persona umile, disponibile al confronto con tutti, bravo ad integrarsi nel contesto ambientale e instaurare un ottimo rapporto con la tifoseria. “Avellino ha fatto un colpo da novanta garantendosi in panchina la coppia Sacripanti – Oldoini. E’ un duo collaudato che lavora insieme da tanti anni e può dare tanto alla Scandone.” E’ il pensiero di Camillo Anzoini, giornalista corrispondente da Caserta per il Corriere Dello Sport che conosce bene i due personaggi citati vista la loro lunga esperienza che hanno avuto alla guida della Juve Caserta. “Pino lo ritengo uno dei primi tre allenatori italiani, ha la capacità di saper ottenere il massimo da ogni situazione pur avendo non tantissime risorse. Qui a Caserta nelle sue prime due stagioni ha lavorato avendo un buon budget. Nelle ultime due, invece, quando le cose si sono complicate è riuscito ad ottenere due salvezze dovendo fare le nozze coi fichi secchi e mettendo in campo giocatori come Sergio, Marzaioli o Cefarelli.”  Anzoini ricorda anche come sotto la gestione Sacripanti ci sia stato il definitivo exploit di uno dei cestisti italiani più appetiti del momento: “Stefano Gentile ne è un esempio. Sacripanti gli ha dato la squadra in mano e lo faceva giocare continuamente. Se non ci fosse stato lui, staremmo a parlare di Stefano come il fratello della star Alessandro (capitano dell’EA7 Milano ndr)”.  Sacripanti ha lasciato tanti bei ricordi a Caserta anche per il tipo di persona: “Dialoga con tutti, lo abbiamo apprezzato per il suo modo educato e umile. Credo che per una città di Avellino sia l’allenatore giusto anche da questo punto di vista. Ha la grande possibilità di poter far bene viste le due recenti stagioni che hanno lasciato l’amaro in bocca ai tifosi.”  Il nuovo trainer biancoverde farà coppia in sede di mercato con l’attuale diesse Nicola Alberani: “Sono entrambi giovani ed hanno una conoscenza eccezionale del mercato americano. Alberani si presenta con un buon biglietto da visita visto quello fatto a Roma. E i primi acquisti lo dimostrano.” Uno dei vantaggi a favore di Sacripanti sarà la presenza di Oldoini: “Ha una bravura nel leggere le situazioni di gioco come pochi. Pino si affida molto a Max in alcuni casi. Nel lavoro dello staff tecnico c’è molto della sua mano.”  Per una coppia di ex casertani che arriva, il percorso inverso lo ha compiuto l’avellinese Antonello Nevola, nuovo dirigente della Juve Caserta: “La società aveva bisogno di una figura con le sue doti, brava sia sul mercato sia nella gestione societaria. Avremo un budget ridotto e credo che Antonello potrà dare il suo contributo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy