Asd Taekwondo Avellino, bottino pieno al Campionato Interregionale Lazio

Asd Taekwondo Avellino, bottino pieno al Campionato Interregionale Lazio

Tutti sul podio gli atleti biancoverdi che conquistano tre ori, due argenti e un bronzo

Commenta per primo!

tessi ma per tutta la squadra»

 

Tre ori, due argenti e un bronzo: bottino più che positivo per l’Asd Taekwondo Avellino al Campionato Interregionale Lazio Cadetti A Rosse/Nere, Junior e Senior Nere 2016. Domenica 4 dicembre, a Fondi (Lt), la società biancoverde guidata dal Maestro Alfonso Iuliano si aggiudica anche la coppa come quarta classificata, risultato lusinghiero rispetto al numero di squadre presenti.

Un successo che arriva grazie alle performance dei sei atleti in gara, tutti sul podio.

Oro per Lucio Ceruso (-49 cadetto nere), che disputa 3 incontri con molta determinazione, senza lasciarsi intimorire dagli avversari sui quali guadagna subito un buon margine, per poi vincere la categoria.

Oro anche per Johnny Mignone (-63 junior nere) che con decisione e tecnica sbaraglia tutti, e vince un incontro per k.o. tecnico.

Ancora oro per Elena Matarazzo (-49 senior nere) che decide di disputare la finale, anche se influenzata, vincendo per k.o. tecnico al terzo round.

Secondo gradino del podio per Alessio Guerriero (-45 cadetto nere) che disputa egregiamente i primi combattimenti, regalando grande emozioni ai suoi compagni sugli spalti, specialmente nella semifinale in cui batte un valido avversario già incontrato sul tatami in altre competizioni, dimostrando e confermando la sua superiorità. Perde la finale al Golden Point per eccesso di sicurezza e una disattenzione che permette al suo avversario di pareggiare e, infine, “rubargli” la medaglia più preziosa.

Argento per Alessandro Guarino (-80 nere senior) che va punto a punto fino al terzo round, dove alcune decisioni arbitrali a sfavore lo innervosiscono e gli fanno perdere la concentrazione necessaria per agguantare l’oro.

Bronzo, infine, per Grazia Moccia (-67 senior nere) che disputa la semifinale tentando una rimonta nell’ultimo round che però non riesce, a causa di un infortunio al ginocchio che la tiene lontana dalla palestra da oltre un mese. La voglia di mettersi in gioco, però, la spingono a salire comunque sul tatami. Per tenacia e voglia di fare meriterebbe sicuramente l’oro.

Molto soddisfatto il Maestro Iuliano: «Un successo più che meritato quello dei miei ragazzi. Anzi – dichiara –, un paio di ori ci sono davvero sfuggiti per un pelo. I ragazzi hanno gestito bene gli incontri, sono sempre più maturi dal punto di vista emotivo e tecnico. Stiamo lavorando bene, il gruppo è compatto. Chi sceglie di far parte del nostro team sa che l’unione è importante, non si combatte solo per se stessi ma per tutta la squadra. Vedere i miei atleti, i familiari, sostenersi a vicenda durante i combattimenti è la mia vittoria più grande».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy