Asd Taekwondo Avellino, gli atleti di Iuliano ancora sul podio

Asd Taekwondo Avellino, gli atleti di Iuliano ancora sul podio

Due ori e tre bronzi agli Interregionali Campania e Marche

Commenta per primo!

Bella prestazione per l’Asd Taekwondo Avellino del Maestro Alfonso Iuliano impegnata, lo scorso weekend, in due competizioni ufficiali fra Campania e Marche.

Si parte sabato 18 febbraio a Sant’Antimo con gli Interregionali cadetti A e B dove Andrea Della Sala (categoria -53 verdi blu cadetto A), accompagnato dal tecnico Aniello Iuliano, nonostante un infortunio supera il primo incontro e passa a disputare la finale, vincendo un più che meritato oro.

Dalla Campania si passa, domenica 19 febbraio, ad Ancona per l’Interregionale Marche. Qui, una bella rappresentativa biancoverde riesce a portare a casa un altro oro e tre bronzi, a dispetto dell’utilizzo dei nuovi corpetti elettronici (ma senza i nuovi calzari), e dell’entrata in vigore del nuovo regolamento di gara Wtf che ha creato non poche difficoltà sia agli atleti che agli arbitri.

Il metallo più prezioso arriva per Elena Matarazzo (-46 nere) che disputa la finale sul tardo pomeriggio. Un combattimento, il suo, molto tattico data la difficoltà nel colpire alla corazza. Si conclude pari e si va al Golden Point, ma non si riesce a segnare alcun punto. Sarà il sistema elettronico che rileva la maggior forza dei suoi colpi sul corpetto, ad assegnare la vittoria.

Lucio Ceruso (-51 nere) si aggiudica il primo bronzo della giornata con un’ottima semifinale, arrivando al Golden Point. Perde per una svista arbitrale che non assegna un’ammonizione che gli sarebbe valsa la vittoria. Alla sua prima competizione da junior mostra una buona determinazione ascoltando nel dettaglio i consigli del suo maestro.

Bronzo per Giovanni Mignone (-63 nere) che passa i quarti con molta decisione e tranquillità e si trova in semifinale con un atleta esperto e molto abile contro cui tenta una rimonta. Alla sua prima gara senior, la sua prestazione è ottima.

Bronzo anche per Alessandro Guarino (-80 senior) che vince ai quarti nonostante la difficoltà incontrata da tutti nel riuscire a mettere i punti sulle nuove corazze. Riesce a gestire tatticamente la gara ma perde la semifinale contro un avversario molto più alto, complice l’ennesima svista arbitrale che gli nega l’accesso alla finale.

Prima gara junior anche per Alessio Guerriero (- 48 nere) che purtroppo perde ai quarti di finale, di nuovo per un errore degli arbitri che interrompono il tempo per valutare una richiesta del coach, lasciando però scorrere secondi preziosi che fanno terminare l’incontro con gli atleti fermi.

Franco Picariello (-37 rosso/nere) affronta subito un avversario più alto e molto valido.  Prova varie soluzioni senza arrendersi fino alla fine ma l’attuazione del nuovo regolamento influisce enormemente sullo stile di combattimento facendo perdere qualche punto di troppo.

Mattia Argenio (- 41 rosse e nere) perde gli ottavi di finale, nonostante riesca a seguire alla lettera tutte le indicazioni del maestro e le tecniche richieste, contro un avversario che lo sovrasta in altezza. Una questione di differente esperienza che gli servirà certamente per il futuro.

«E’ stata una gara importante per l’esperienza con il nuovo regolamento e le nuove corazze – dichiara Iuliano –. Certo, non tutto è andato per il verso giusto, avremmo potuto ottenere ben altri risultati, ma abbiamo comunque affrontato con grande spirito sportivo l’approccio al nuovo sistema. A rinfrancarci di qualche torto subito, l’atmosfera familiare che ci accompagna come gruppo in ogni trasferta e attività».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy