Assist e palle perse: il doppio volto della Sidigas dopo cinque turni

Assist e palle perse: il doppio volto della Sidigas dopo cinque turni

Archiviata la bella vittoria in rimonta contro la Dolomiti Energia Trento con la super prova di Ivan Buva e James Nunnally, le attenzioni della Sidigas Avellino sono rivolte alla sfida di lunedì sera in posticipo contro i Campioni d’Italia del Banco di Sardegna Sassari (partirà questo pomeriggio la prevendita con una novità indetta dal club biancoverde). In attesa del rientro di Veikalas, che lunedì sarà presente nel match, i biancoverdi cominceranno a preparare la gara contro i sardi che sabato pomeriggio arriveranno in Irpinia direttamente dalla Spagna dove venerdì sera saranno di scena a Malaga per la 4° giornata di Eurolega.

I biancoverdi, malgrado le difficoltà di quest’inizio di stagione, stanno confermando un dato: la tendenza a passarsi il pallone, premiato col secondo posto nella speciale classifica con 17,4 assistenze di media alle spalle soltanto dell’Umana Reyer Venezia. Uno dei protagonisti in tal senso è Taurean Green. Il regista con passaporto georgiano ha smazzato ben undici passaggi vincenti nella vittoria su Trento, confermando il secondo miglior giocatore dell’intera lega dietro il brindisino Scottie Reynolds che comanda con 8,3 assist. La presenza in campo e il tipo di gioco dell’ex Limoges consente alla Scandone di attaccare con maggior ritmo e intensità il ferro e costringere gli avversari a caricarsi di falli. Green, infatti, è il primo cestista in serie A per numero di falli procurati dai suoi difensori: ben 7,5. Numeri più da pivot (precede Ivanov e Pittman) che da un playmaker che non arriva ai 190 centimetri di altezza. I numeri dopo cinque giornate consegnano altri due dati che Sacripanti ed il suo staff tengono d’occhio: le stoppate e le palle perse. Nel primo caso la Scandone ha in Riccardo Cervi il suo leader indiscusso: il pivot reggiano ne rifila ben 2,8 sulle 3,6 del suo team. Non è un caso che quando Avellino comincia a trovare la quadratura del cerchio in difesa, diventa difficile arrivare al canestro degli irpini. L’altro tema riguarda i possessi sprecati. Ampiamente dibattuto nelle scorse settimane, la Sidigas occupa il secondo posto in questo speciale ranking (16,4), preceduta dalla Manital Torino. Dalle ventuno di Reggio Emilia, Nunnally e soci sono scesi alle quattordici di Pistoia e Trento. Un miglioramento da perseguire nelle prossime uscite.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy