Basket, la gioia di Ricciuto: “Per il Centro Storico una promozione meritata”

Basket, la gioia di Ricciuto: “Per il Centro Storico una promozione meritata”

Missione compita per il Centro Storico Avellino che ha superato Capua in gara 3 di finale playoff alla palestra Comunale dello stadio Partenio – Lombardi” e conquista il diritto a partecipare al prossimo campionato di Promozione. Gli uomini di coach Ricciuto  si sono imposti col risultato finale di 63-49. Sono stati necessari tre incontri per ottenere l’agognato traguardo da parte della compagine avellinese, vincente in gara 1 e ko in terra casertana: «Nell’ultima partita avevamo un solo risultato disponibile: vincere. – commenta un entusiasta ma soddisfatto coach Francesco Ricciuto  che aggiunge – Lo abbiamo fatto ed anche bene. Non abbiamo mai permesso a Capua di essere in partita dall’inizio alla fine. Abbiamo disputato la più bella partita dall’inizio di stagione, forti in difesa per 40 minuti abbiamo limitato la loro forza fisica molto più grossi di noi. In attacco abbiamo cambiato tutti i nostri giochi loro oramai conoscevano tutto. Mossa che li ha spiazzati i 20 punti finali dicono tutto. Sono contento che i ragazzi abbiano fatto tutto alla perfezione. Piccoli momenti di tensione sugli spalti tra le opposte tifoserie ci sta chi ancora non capisce che nello sport i tifosi applaudono la propria squadra devono tifare per i propri colori , come sempre succede si supera sempre il limite. Scaramucce che non intaccano la nostra vittoria: 18 vittorie su 21 partite, 14 vittorie di seguito, migliore difesa del campionato. Che dire: sono grato a tutti i componenti della squadra, tutti utili dal primo all’ultimo, le vittorie si ottengono solo se si e’ un vero gruppo. Ed io ho avuto la fortuna di avere un grande gruppo».
Numerosi i ragazzi, amici fuori dal campo,  che hanno deciso di sposare questo progetto: Geni Monica , Rino battista , Emilio Barbaro Raffaele de Simone, Roberto Pacilio, Antonio Malgieri, Toni Caliendo, Marco Milano, Gabriele Del Gaizo, Dante Matarazzo, Orazio Sapienza, Francesco Izzo, Lorenzo De Stefano, Carmine Spinelli, Gianluca Pellecchia.
«Voglio dire grazie a Ciro Fasano e Umberto de Francesco che mi hanno aiutato in questo cammino ed Alessandro Villano mia spalla. Per ultimo ringrazio Alberto Colarusso presidente del Centro Storico Avellino che dall’inizio ha creduto nella vittoria finale dandomi fiducia».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy