Basket, a Venezia arriva Phil Goss: “Porterò entusiasmo, mentalità e determinazione”

Basket, a Venezia arriva Phil Goss: “Porterò entusiasmo, mentalità e determinazione”

L’Umana Reyer comunica ufficialmente l’ingaggio per la prossima stagione dell’atleta Philip Alexander Goss. Guardia statunitense di 188 centimetri, nato nel 1983, è reduce da due campionati nelle fila della Virtus Roma dove nell’ultimo anno ha indossato anche i gradi di capitano. Uscito nel 2005 dalla Drexel University, ha poi giocato in Olanda ai Giants di Bergen, in Turchia al Beykozspor, in Israele con l’Ironi Ashkelon, in Polonia per l’AZS Koszalin. Arriva in Italia nell’estate del 2008 approdando a Rimini nel campionato di Legadue. Nella stagione successiva passa a Scafati Basket dove è secondo miglior marcatore del campionato con 21,2 punti di media ed è il miglior tiratore da tre (44,9% di media). Grazie a questi numeri nella stagione 2010-2011 viene chiamato nella massima serie dalla Pallacanestro Varese, allora allenata dal neo coach dell’Umana Reyer Carlo Recalcati. Dopo aver giocato la prima parte della stagione 2011-2012 in Francia all’ASVEL Lyon-Villeurbanne, nel marzo del 2012 ritorna a Varese. Nell’estate del 2012 si trasferisce alla Virtus Roma dove è rimasto le ultime due stagioni. Nell’ultima stagione in regular season ha totalizzato 14,8 punti in 30,8 minuti di impiego tirando con il 53,2% da due, il 39% da tre e il 90,6 ai liberi nonché collezionando 2,5 assist di media. Queste le sue prime parole da giocatore dell’Umana Reyer prima di far rientro negli Usa: “Sono entusiasta di questa nuova avventura che inizierà per me con l’Umana Reyer. Dopo le soddisfazioni che ho avuto a Roma spero di poter contribuire alla causa di una società ambiziosa come l’Umana Reyer portando con me entusiasmo, mentalità e determinazione. So che si tratta di una realtà molto organizzata e per me è un onore sapere di essere stato il primo giocatore sul quale hanno puntato per la prossima stagione. Mi auguro di contribuire a portare una realtà così ambiziosa nel posto che merita. Ovviamente sono anche molto felice di ritrovare coach Recalcati, un allenatore che ha avuto un ruolo importante nella mia carriere perché è stato il primo a darmi l’opportunità di giocare nella massima serie italiana. E poi sarò felice anche di conoscere bene una città fantastica come Venezia, che ho già apprezzato da turista, essendoci stato in vacanza in passato”.

Sito Uff. Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy