Basta davvero così poco per battere l’Avellino?

Basta davvero così poco per battere l’Avellino?

Il gol vittoria di Marcello Trotta a Livorno è l’ultimo dell’Avellino in trasferta. Nelle sfide esterne perse con Carpi, Lanciano, Catania e Vicenza i lupi non sono mai andati a segno, non per superiorità di gioco dell’avversario bensì per le loro evidenti carenze in fase di concretizzazione. L’Avellino in queste partite ha sempre giocato con il piglio giusto, con la voglia di vincere giocando da protagonista almeno un tempo di partita. Forse è proprio questo il problema, i ragazzi di Rastelli hanno subito gol, negli ultimi precedenti in trasferta, sempre nella prima frazione di gara. E’ bastato un gol rocambolesco al 33′ del primo tempo di Piccolo per regalare i 3 punti al Lanciano. Per il Catania ci ha pensato Calaiò a regalare la vittoria su un calcio di rigore regalato,anche questo al 43′ del primo tempo. Ed anche ieri sera,ad 8 minuti dalla fine dei primi 45 minuti, i lupi sono stati battuti da Cocco, che graziato da Chiosa, è riuscito a sfruttare l’unica occasione a loro concessa. A questo Avellino manca cinicità, le occasioni da rete sono sempre tante ma i gol mancano ad arrivare. L’ultimo gol di bomber Castaldo risale alla partita vinta per 3 a 0 contro il Frosinone mentre l’ultimo di Trotta è quello contro il Perugia, vittorioso al Partenio-Lombardi per 2 a 1. Manca la lucidità dei centrocampisti che stanno regalando troppe ripartenze e la difesa, quarta migliore del campionato, che per un motivo o per un altro regala gol a tutti. A Varese sarà dura, ora serve lavorare sugli errori commessi e cercare in ogni modo la vittoria che fuori casa  manca ormai da tanto tempo, troppo se si vuole davvero fare qualcosa di grande.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy