“Bomber” del canestro a modo loro, chi la spunterà domani sera?

“Bomber” del canestro a modo loro, chi la spunterà domani sera?

Il duello tra Adrian Banks e James Nunnally sarà uno dei piatti forti del posticipo

Chiamarsi “bomber” e non saperlo.  Il posticipo tra Enel Brindisi e Sidigas Avellino mette di fronte due dei primi cinque realizzatori della massima serie: Adrian Banks e James  Nunnally. Per il primo sarà una gara speciale visto che affronterà nuovamente la sua ex squadra in cui ha militato nella tribolata scorsa stagione. Banks, infatti, fu il primo acquisto di quella stagione: “Adrian ha scelto Avellino e la fiducia che ripone in me, con la consapevolezza di essere il perno tecnico di una squadra che vuole vincere e divertire il più possibile.” affermava l’ex coach Vitucci il 1 luglio 2014 quando venne ufficializzato l’accordo. I rulli di tamburo per l’approdo in Irpinia del nativo di Memphis non furono supportati da un rendimento da vero leader, compito che gli era stato richiesto ma non corrisposto realmente. Banks verrà ricordato come un cestista dal gran talento (ha chiuso la sua esperienza biancoverde come miglior realizzatore del roster), con una gran passione che coltiva per Twitter e per quella palla persa nel quarto di finale di Coppa Italia contro Milano al PalaDesio. Il tutto a contorno di una personalità da leader mai realmente apprezzata quando ha indossato la canotta della Scandone.  Banks adesso è il secondo miglior scorer del campionato (18,6 punti di media) e, con l’assenza di Reynolds, diviene a tutti gli effetti la guida di un gruppo che vuole consolidare il suo piazzamento nei playoff.

Vorrà risalire la china James Nunnally “precipitato” al quarto posto coi suoi 18,1 punti a partita che lo rendono uno dei “leader” della Sidigas targata Sacripanti. Il californiano sta confermando le ottime statistiche col 52,1 % dal campo ed il 38,9% da tre punti. Dalla gara d’andata contro i pugliesi l’ala ex Sixers viaggia costantemente in doppia cifra. Proprio contro l’Enel Nunnally è stato protagonista dell’attesa “scossa”. Domani sarà un nuovo inizio?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy