Boxe, la gioia del Maestro Picariello: “Carmine è stato superlativo, gareggeremo oltre oceano”

Boxe, la gioia del Maestro Picariello: “Carmine è stato superlativo, gareggeremo oltre oceano”

L’Irpinia che piace ha scritto un’altra importante pagina della storia con la vittoria del titolo dell’Unione Europea (categoria Pesi Piuma) a firma di Carmine Tommasone (Contrada Boxe) arrivato sabato notte contro lo scozzese Jon Slowey, superato in dodici riprese. Per il pugile di Contrada si è trattato della terza cintura conquistata in meno di anno: dalla vittoria del titolo italiano contro Pisanti il 31 ottobre 2014 fino al successo contro Christian Palma che lo ha consacrato campione nella categoria WBA.

“La vittoria delle tre cinture era uno dei nostri obiettivi. Si sta verificando ciò che avevamo in mente già da parecchio tempo” ci racconta a distanza di quarantotto ore dal trionfo Michele Picariello, trainer di Carmine Tommasone. Insieme al professore Giuseppe Saviano ha curato la preparazione dell’atleta irpino che ha sorpreso tutti per il modo con cui è riuscito a condurre l’incontro, gareggiando con grande destrezza al cospetto di un avversario dal buon curriculum: “Carmine è un grande. In ogni confronto mette in campo tutte le proprie qualità. Si sta confermando un atleta di altissimo livello e su questo non c’erano dubbi. Mi ha stupito per la destrezza con cui ha dominato Slowey”.

Alla vigilia lo stesso Picariello aveva messo in guardia Tommasone. Lo scozzese, infatti, avrebbe potuto creare dei problemi nei primi round: “La sua forza ci avrebbe potuto infastidire quanto meno nella fase iniziale. Avendo osservato e studiato Slowey, nella fase di preparazione del match ho lavorato soprattutto su questo punto di vista così da render pronto Carmine ad un eventuale inizio in salita contro l’offensiva dell’avversario. Ed invece è andata diversamente con Carmine che ha dominato il britannico, controllando il match per tutte le dodoci riprese, limitando i suoi tentativi di rientro nei primi due round.”

Tommasone si godrà questo successo ma tra qualche settimana si ripartirà per lavorare ai prossimi obiettivi: “Carmine ha grandissime qualità ma non voglio parlare di Mondiale. Ci alleneremo per competere prima per un altro titolo europeo, senza scartare l’ipotesi precedente. Sono convinto che un giorno potremo giocarci le nostre chance oltre oceano.”

Per Michele Picariello quello di Caivano è stato un altro importante riconoscimento alla propria carriera: “Per me vuole dire tanto questa vittoria sebbene un pò sono abituato ai successi vista la mia esperienza con Cardamone, un pugile di pura forza. Tommasone mi ha regalato l’ennesima soddisfazione, è un ragazzo che è cresciuto con me. Entrambi veniamo da Contrada. Mi ha stupito e sono orgoglioso di quanto siamo riusciti a fare insieme.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy