Boxe – Tommasone è pronto alla sfida: “Non temo Rios, voglio un PaladelMauro infuocato”

Boxe – Tommasone è pronto alla sfida: “Non temo Rios, voglio un PaladelMauro infuocato”

Sabato 22 il pugile della Contrada Boxe sfiderà il rivale messicano per il titolo Intercontinentale WBA

E’ iniziato il conto alla rovescia per l’attesa sfida che vedrà Carmine Tommasone ritornare a combattere sul ring del PaladelMauro il 22 ottobre prossimo che mette in palio il titolo Intercontinentale Wba contro il messicano Jesus Antonio Rios, uno degli avversari di maggior livello sulla scena internazionale. Per “The Wolf” il sogno è ripetere l’impresa dell’Aprile 2015 quando arrivò il suddetto titolo contro il cileno Palma. Allenamenti intensificati per farsi trovare pronti all’appuntamento. Le sensazioni sono positive ma Tommasone, nel corso della conferenza stampa svoltasi in mattinata alla sede del Coni Provinciale di Avellino, confida nel supporto della gente irpina: “Ci siamo allenati duramente contro ottimi sparring partner. Non ci sono stati problemi fisici. Stiamo soffrendo per il peso come sempre. Oggi sosterremo una altro allenamento e da lunedì intensificheremo ancor di più. Le sensazioni sono positive ma dall’altra parte c’è uno sfidante davvero forte. Chiedo il vostro aiuto perché l’Irpinia sarà protagonista di un evento internazionale, non solo italiano.”

Jesus Rios atterrerà in Italia perché vuol vincere e non vorrà recitare la parte della semplice comparsa sul ring di contrada Zoccolari. Lo ha lasciato intendere attraverso una serie di messaggi. E sarà un motivo in più per provarlo a battere: “Carmine può insegnare boxe, non l’ho mai visto in difficoltà. E’ diventato un punto di riferimento per l’intero movimento. L’evento che andiamo ad affrontare è un’altra pagina di storia per la nostra provincia. – afferma il Maestro Michele Picariello – Dall’altra parte ci sarà un avversario, un vero picchiatore, che ultimerà qui la preparazione perché vuole avere un approccio immediato con la realtà di Avellino. Ciò deve essere motivo di orgoglio. Sappiamo bene di come sia importante quest’evento. Lo sto mentalizzando giorno dopo giorno, come già in passato. Mi aspetto che ci sia una grande risposta del nostro pubblico, dobbiamo tutelare un patrimonio sportivo come Carmine.”

Le istituzioni sportive nazionali e locali hanno sempre garantito la loro vicinanza e supporto al pugile della Contrada Boxe che ha dato lustro all’Irpinia in Italia e nel mondo come hanno dimostrato le recenti Olimpiadi svoltesi a Rio de Janeiro: “E’ un’eccellenza irpina e sono i fatti a dimostrarlo. – sostiene il Senatore Cosimo Sibilia Presidente del Coni Campania- Avere le istituzioni vicine è fondamentale. Tutto quello che si poteva fare è stato fatto. Rios viene qui per vincere e dobbiamo far capire che Avellino e l’Irpinia saranno vicini a Carmine per il successo.”

A fargli eco sono il primo cittadino di Contrada Filomena Del Gaizo ed il Delegato Provinciale del Coni Giuseppe Saviano: “Siamo convinti che Carmine ci regalerà grandi emozioni, andremo a vedere la classe del campione di cui è dotato il nostro Tommasone. – spiega il sindaco – Assistere ad un match di qualità ci darà forti emozioni, la cittadinanza di Contrada è orgogliosa di essere al fianco del nostro cittadino.”

Avellino e l’Irpinia come capitali italiane del pugilato italiano: “Stiamo vivendo un ottimo momento nella boxe con l’Irpinia che ospiterà numerosi eventi in questo periodo. E sono contento che si stia dando visibilità alle cosiddette discipline minori.” Su Tommasone per il quale cura la preparazione atletica ricorda: “Carmine è un campione sul campo e nell’atteggiamento. E’ un ragazzo serio a cominciare nel modo di allenarsi, nello stile di vita che lo porta a fare tanti sacrifici.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy