Cab Solofra, Iannaccone: “Peccato per l’eliminazione ma è stata una stagione stupenda”

Cab Solofra, Iannaccone: “Peccato per l’eliminazione ma è stata una stagione stupenda”

La finale playoff nel campionato di serie D sarebbe stata per il Cab Solofra il giusto premio per una stagione vissuta da protagonisti sin dal primo minuto, a cominciare proprio dalla trasferta di Santa Maria a Vico di sabato 11 ottobre che ha dato il via ad un percorso trionfale chiusosi per uno scherzo del destino nella cittadina casertana che di fatto taglia il traguardo dell’ultimo e decisivo step degli spareggi promozione in cui affronterà la Polisportiva Battipagliese che ha superato in due gare l’Irtet Casapulla. L’altra finale, invece, sarà tra Pallacanestro Angri e Sporting Ercolano.

Conoscevo la difficoltà e la durezza che riservano i playoff come giocatore – scherza Luca Iannaccone coach dei conciari – Quest’anno ho capito cosa significasse questo concetto nel ruolo di allenatore.” Il trainer avellinese non si tira indietro dal sottolineare come il Cab abbia pagato qualcosa in termini di killer instinct nei due match di semifinale: “Ci è mancato il cosiddetto uomo da playoff, colui che potesse prendere in mano il gioco nei momenti di maggiore difficoltà, riuscendo a togliere le castagne dal fuoco all’occorrenza. Purtroppo è andata così e ne prendiamo atto.”

La sfortuna non è stata da meno, soprattutto nell’ultimo minuto del match di sabato all’istituto “Bachelet”: “I due errori ai tiri liberi di Esposito sono stati uno scherzo del destino. Bisogna anche dire che non avere un giocatore come Napodano per buona parte della serie è stata un’assenza non di poco conto per i nostri equilibri di gioco. La squadra ha avuto il cuore di reagire e di accarezzare il sogno di andare a gara 3 ma non siamo riusciti a sfruttare nel modo giusto il possesso finale con Lambiase.”

Negli ottanta minuti giocati contro Santa Maria a Vico la difesa ha retto il passo mentre in avanti sono venute fuori le principali difficoltà: “I nostri avversari sono stati tenuti a meno di sessanta punti ed è un aspetto importante. In fase realizzativa sono emersi i nostri limiti ma l’assenza di Giovanni (Napodano ndr) non è da sottovalutare in quest’ottica.”

L’appuntamento con la promozione, dunque, è rimandato per il prossimo anno. Nel frattempo c’è un motivo in più per i gialloblu nell’esser rammaricati: “Tre delle quattro finaliste hanno giocato nel nostro girone – prosegue Iannaccone – Questo dato valorizza ancor di più il lavoro svolto nel corso della stagione ma è impossibile nascondere il rammarico nel vedere altri team che abbiamo battuto giocarsi una possibilità in cui si era creduto molto.”

Malinconia a parte, per coach Iannaccone e tutto il Cab Solofra c’è la consapevolezza di aver disputato un torneo ben oltre le aspettative iniziali e aver fatto innamorare nuovamente tutta la città per questa disciplina: “Al di là della sconfitta, posso ritenermi soddisfatto per quello che sono riuscito a dare a questa squadra, alla società e alla città. Chiudiamo il torneo con ventuno vittorie a fronte di sole sei sconfitte. Escludendo quella con Battipaglia, in cui non avevamo tre titolari, negli altri casi abbiamo lottato sino all’ultimo secondo, vendendo cara la pelle.”

Iannaccone ci tiene a ringraziare il pubblico gialloblu che non ha fatto mai mancare il suo supporto: “Sapere di poter contare sul calore dei nostri tifosi ci ha responsabilizzato ulteriormente. La squadra si è calato nella giusta mentalità esprimendo tutte le motivazioni e qualità.”

Se il campionato va in vacanza, lo farà tra qualche mese lo stesso trainer conciario che guiderà il Cab anche nella prossima stagione: “Sono contento che la società voglia nuovamente puntare su di me. Siamo chiamati a riconfermarci, sarebbe bello poter ripetere un’altra annata del genere.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy