Calcio – Avellino, Rastelli: “La squadra ha reso orgoglioso questo pubblico”.

Calcio – Avellino, Rastelli: “La squadra ha reso orgoglioso questo pubblico”.

Mister Rastelli amareggiato dopo la sconfitta contro il Bologna che potrebbe pregiudicare il cammino verso il sogno per la massima serie: “Dobbiamo essere fiduciosi. Sotto l’aspetto della volontà la squadra mi è sembrata viva, consapevoli che un episodio può decidere la gara. Se segniamo subito possiamo ancora sperare. Il Bologna ci ha chiuso tutti gli spazi, l’unica occasione, spettacolare la verticalizzazione per Sansone tra l’altro in fuorigioco è stato cinico e spietato. La cosa che mi consola è l’applauso del pubblico che ha sottolineato la generosità di questo gruppo”. La squadra dopo la gara di martedì è calata sotto tutti gli aspetti: “Li ho lasciati mentalmente tranquilli ma stasera mi hanno sorpreso, la squadra ha reso orgogliosa tutta una Provincia”. Le armi per giocarsela a Bologna: “Dobbiamo trovare un po di freschezza e cambi di gioco. Avevo poche possibilità di cambiare la gara avendo solo Marcello in attacco a disposizione. Solo qualche spizzata e mischia poteva cambiare il risultato”. L’assenza di Castaldo e l’interdizione di Arini si è sentita: “L’assenza di Castaldo di più per sfruttare le caratteristiche di Comi e Mokulu. Mariano è straordinario, bravo nelle seconde palle e stasera poteva essermi utile. Proveremo per recuperare Gigi per martedì. L’ho portato in panchina per fargli assaporare questo clima”. A Bologna per l’impresa: “Una partita dove non abbiamo nulla da perdere. La qualificazione l’hanno in mano loro. Archiviamo questa sconfitta perchè sappiamo che possiamo giocarcela”. Sulla scelta di Regoli dal primo: “Avevo bisogno di un interno di gamba come piace a me. Nasce in quel ruolo, più disponibile di Paolo non c’era nessuno”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy