Calcio – Mercato chiuso, l’opinione di Pietro Di Santo

Calcio – Mercato chiuso, l’opinione di Pietro Di Santo

Uno dei grandi  esponenti del tifo dell’Avellino via social network (risiede nel casertano), Pietro Di Santo dice la sua sul mercato dei lupi: “Ad oggi dopo le dichiarazioni del diggì Massimiliano Taccone non mi ritengo soddisfatto del mercato. I soli Tavano e Gavazzi non possono fare la differenza, se l’obiettivo è un campionato tranquillo va bene così, se, invece, sono altri bisogna completare l’organico anche perché la difesa è totalmente nuova ed è sempre un’incognita. Dal mio punto di vista qualitativamente è peggiorata, mancano i riferimenti come potevano essere Pisacane, Bittante, lo stesso Almici o Ely fiore all’occhiello del nuovo Milan di Mihajlovic. Per il quarto anno di fila, inoltre il club non ha preso il tanto agognato mediano di impostazione. Ripeto parlo da tifoso non da addetto ai lavori non è mia competenza assolutamente. Per quanto riguarda l’attacco, i riferimenti sono Trotta e Tavano, ritengo Mokulu e Pozzebon non sono all’altezza visto quello che hanno fatto nella passata stagione. Sta a Tesser rivalutarli e farli rendere al meglio, restano delle incognite. In attacco, con l’assenza di Castaldo serve un altro colpo. Questo è il mio punto di vista, ringrazio la società che ci fa vedere il grande calcio ad Avellino, grande calcio che nell’ultimo decennio non abbiamo mai avuto la fortuna di godere dal vivo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy