“Calvani l’uomo giusto per la Sidigas”

“Calvani l’uomo giusto per la Sidigas”

Se il mercato sta regalando dei primi spunti su quelle che potrebbero essere le trattative pronte a decollare nelle prossime settimane, tutto tace, invece, dalle parti del PaladelMauro dove di prime ufficialità bisognerà attendere almeno altre due settimane. Nomi ed ipotesi stanno accompagnando questo inizio di estate della Sidigas Avellino al cui nome sono stati abbinati quelli di Piero Bucchi, Stefano Sacripanti e Marco Calvani per la guida tecnica: “Sono nomi di tre ottimi allenatori che hanno fatto bene nella loro carriera. – afferma Matteo Gandini, giornalista di Sportitalia che aggiunge – Pino (Sacripanti ndr) viene dall’esperienza con Cantù, in una piazza dove la pressione della tifoseria si fa sentire e dove è riuscito a raddrizzare una stagione non del tutto entusiasmante. Bucchi avrebbe dalla sua un altro anno di contratto con Brindisi ma ritengo che possa essere un altro tecnico spendibile per la piazza come Avellino, forte della sua lunga avventura in Puglia dove i risultati parlano a suo favore. Io scommetterei su Calvani. Ha portato Roma in finale, è motivato a riscattare un anno segnato dalle difficoltà con Napoli. Credo che abbia le giuste qualità per tornare ad allenare in serie A.”  Il conduttore del canale tv diretto da Michele Criscitiello dice la sua anche in merito ad un possibile approdo di Valerio Spinelli come innesto dirigenziale: “Non lo conosco di persona ma ritengo che per il passato che ha avuto ad Avellino e la sua personalità, può ricoprire questo ruolo. Alla Sidigas manca una figura di raccordo tra società, squadra e tifosi. Credo che sia stata una delle cause della stagione negativa. Le qualità e la stoffa per accettare un simile incarico ci sono tutte.”  Dell’attuale roster biancoverde Gandini scommette su un giocatore in particolare per l’annata 2015-2016:  “Elaborare un progetto avendo alle proprie dipendenze i giocatori americani per due anni di fila è pressoché difficile. Cestisti come Banks, Harper e Gaines hanno enormi potenzialità ma il giudizio è pressoché negativo dovendo tracciare un bilancio complessivo. Io punterei su Anosike perché è difficile trovare in giro degli atleti in post basso con le sue qualità e la sua forza atletica oltre che bravura a rimbalzo.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy