Capitolo playmaker, la Sidigas pronta al piano B

Capitolo playmaker, la Sidigas pronta al piano B

I tentennamenti di Tony Taylor iniziano a far guardare altrove gli operatori di mercato della Sidigas Avellino. Entro la mezzanotte di sabato la coppia Alberani – Sacripanti confidava di conoscere una risposta definitiva dal regista in uscita dal Turow. La situazione, invece, da questo punto di vista non ha registrato alcuna novitàal punto da far virare l’attenzione su altri possibili nomi per la cabina di regia.  La prima alternativa corrisponde a Chris Wright, regista venticinquenne che da gennaio a maggio ha contribuito alla salvezza della Consultinvest Pesaro. Il nome è venuto fuori già da qualche giorno e sembra sia ritornato nei radar irpini. Quasi diciassette i punti realizzati in forza ai marchigiani. Ha giocato già in Francia col Villeurbanne e vanta tre apparizioni in Nba coi Dallas Mavericks nel 2013. Il costo dell’affare risulterebbe più basso per la Scandone: Wright chiederebbe la metà di quanto preteso da Taylor per venire ad Avellino.

La Sidigas confida di chiudere al più presto la questione relativa alla scelta dei playmaker non prima di aver ricevuto la liberatoria relativa all’avvenuto pagamento del lodo Lakovic che consentirà di poter effettuare i primi tesseramenti. Allo sloveno, come noto, doveva essere corrisposto lo stipendio comprensivo del suo secondo anno di contratto (una cifra che sfiora quasi la metà dell’attuale budgte a disposizione di Avellino).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy